“Caldoro amato dalla camorra”, ecco i manifesti diffusi a Napoli

Caldoro-340

Il governatore più amato dalla camorra“. Recita così il manifesto apparso stamane per la città di Napoli.

“La Regione Campania è stata presieduta e amministrata per cinque anni grazie ai voti di uomini arrestati, indagati o inquisiti di cui parlano i pentiti di camorra”, continua il manifesto non firmato che ha avviato un’indagine della Digos partenopea.

Nelle mira dell’autore (o autori) non è finito solo Caldoro che è in buona compagnia. Probabilmente la tesi che il governatore, il quale mandato scade la prossima primavera, sia “il più amato delle camorra” è sostenuta dal fatto che la giunta e il consiglio regionale non siano composti da persone immacolate. Infatti, oltre al governatore ci sono i nomi di veri esponenti del centrodestra come quello dell’ex ministro Mario Landolfi e dell’ex Sottosegretario Nicola Cosentino, oggi in carcere e accusato di rapporti con il clan dei casalesi.

Un primo manifesto elettorale?

 

Potrebbe anche interessarti