“Lottiamo tra la vita e la morte ma non vi temiamo”: riapre il ristorante colpito dalla camorra

Sandro Ruotolo

Il prossimo sabato riaprirà il ristorante di Forcella, a Napoli, che è stata colpito, la scorsa domenica, da una stesa di camorra: di qui il sostegno del senatore Sandro Ruotolo che ha raccontato la vicenda e rinnovato il suo appoggio al titolare del locale.

Riapre il ristorante di Forcella colpita dalla camorra: l’appello di Ruotolo

Tutto è iniziato nella serata di domenica quando una moto lanciata a forte velocità, probabilmente per una stesa, travolge la compagna del titolare, che si trovava vicina ai tavolini esterni, poi trasferita in codice rosso all’ospedale Cardarelli.

Dopo essere scappati, i malviventi tornano sul luogo per recuperare il motorino e picchiano il proprietario e alcuni clienti del locale. Il ristorante è chiuso da quel giorno ma presto tornerà ad accogliere i clienti come annunciato dallo staff stesso tramite social: “Siamo in un momento difficile, lottiamo tra la vita e la morte. Eppure sabato riapriremo per lanciare un forte segnale. Potete minacciarci quanto volete, non molleremo mai e continueremo a denunciarvi tutti. Non vi temiamo, non scendiamo a compromessi. Stateci vicini, insieme possiamo cambiare Napoli”.

Un appello condiviso dal senatore Ruotolo che, su Facebook, ha sottolineato: “Non riesco a non pensarci. Da quando ho ascoltato la sua voce. E’ quella di Raffaele, un ragazzo solare, titolare di un locale in via dei Tribunali a Napoli. Ha raccontato al presidente dell’associazione dei commercianti di Forcella in che condizioni si trova la sua compagna, ricoverata in codice rosso al Cardarelli”.

“Ora i miei pensieri sono solo per la ragazza. Spero che guarisca presto e che vengano assicurati alla giustizia gli autori di questa stesa. La camorra è una montagna di me**a. Chiedo all’intera città, alla gente, alle istituzioni di essere sabato in via dei Tribunali. Noi siamo con chi si ribella alla camorra” – ha concluso.

Potrebbe anche interessarti