Maggio dei Monumenti: le mura dell’Istituto Marie Curie di via Argine si tingono d’oro con coperte termiche

Maggio dei Monumenti Le mura di Napoli diventano protagoniste del Maggio dei Monumenti 2022, colorandosi d’oro. Quest’anno, infatti, l’evento che ricorre ogni maggio a Napoli è incentrato sul festival di street art Muraria: ispirato ad una visione che capovolge il concetto di muro, da simbolo di divisione a simbolo di unione.

Maggio dei Monumenti 2022

Proprio a tal proposito è in corso una grande opera di riqualificazione e valorizzazione dell’area urbana della periferia est di Napoli che sarà terminata il prossimo 27 maggio. Lo street artist francese ZEVS sta donando in queste ore alle mura dell’Istituto Marie Curie di via Argine una nuova lucentezza a foglie dorate, applicando delle coperte termiche.

Il materiale utilizzato, simbolo di dolore e sofferenza, protagonista emblematico soprattutto dell’accoglienza degli immigrati provenienti nelle nostre terre dopo viaggi estenuanti, rielabora il proprio utilizzo e il proprio significato, portando lucentezza e rinascita all’edificio napoletano.

Le mura di Napoli hanno una caratteristica in comune coi napoletani, sono porose, come disse Walter Benjamin, perché proprio come le spugne, il tufo di cui sono fatte, assorbe e trasmette ciò che contiene, interagendo con il proprio ambiente. Questa osmosi tra interno ed esterno, tra sé e il proprio altro, è al centro delle azioni con le quali, con questa edizione del Maggio dei Monumenti, abbiamo voluto dare risalto ai nostri muri, intesi come pareti e mura di cinta, grotte e monumenti, chiese e palazzi, che verranno aperti, dipinti, recitati o attraversati da cittadini e turisti.

In tal modo scopriremo nuovi volti di una Napoli mai così plurale, che sarà coinvolta in tutte le sue municipalità, accogliendo ospiti internazionali, tra street art, teatro di strada e cinema underground. Il Maggio dei Monumenti valorizzerà, raccontando segni, sogni e misteri, la città dove i muri non dividono queste sono state le parole del sindaco di Napoli Gaetano Manfredi per commentare l’iniziativa.

Potrebbe anche interessarti