Andrea, il dolore dei familiari: “Ti hanno portato via ma tu eri buono e gentile”

Sembrano non esserci più dubbi sull’identità del cadavere ritrovato nella serata di ieri a Pianura: anche per gli investigatori e i familiari si tratterebbe di Andrea Covelli, il 27enne scomparso qualche giorno fa, facendo scattare le ricerche. A poche ore dal ritrovamento in molti hanno dedicato al giovane messaggi d’addio.

Pianura, il dolore dei familiari di Andrea Covelli

Era stata proprio sua mamma, Rosaria, a lanciare l’allarme sulla scomparsa: “Era uscito per comprare dei cornetti per un’amica e non è più tornato. Sembrava fosse una rapina, gli hanno preso il telefono e il portafogli. Poi il passeggero si è messo alla guida dello scooter di Andrea e l’altro se l’è caricato sul suo. Da quel momento non ci sono più tracce di mio figlio. Siamo persone oneste che lavorano, stiamo vivendo un incubo”.

Il ritrovamento è avvenuto in un terreno di via Pignatiello, nella cosiddetta zona della Selva, a seguito di una “soffiata” ricevuta dai familiari che poi si è rivelata essere corretta. Sul corpo, a tratti irriconoscibile, sono state rinvenute diverse ferite di arma da fuoco, anche al volto. Stando a quanto rende noto Il Corriere del Mezzogiorno, pare che gli assassini avrebbero tentato anche di dare fuoco al corpo. Probabilmente non riuscendoci lo avrebbero seppellito sotto un metro di terra.

“Ti hanno portato via, senza sapere che tu eri una persona buona, gentile, onesta, generosa e buona con tutti. Questa sera ho visto di tutto. Sofferenza, dolore e dispiacere. Bambini che piangevano nel sapere che quel corpo ritrovato senza vita su una montagna sei tu Andrea. Mio cugino, il mio sangue, una parte della mia famiglia è andata via” – scrive sua cugina su Facebook.

Parole struggenti seguite da quelle della zia: “Non è facile esprimere ciò che provo in questo momento. Difficile la situazione. Vorrei rendere omaggio ma non ci riesco, è troppo grande la rabbia. Pianura è un set di Gomorra versione reale. Vi sentite dei padreterno di poter decidere chi vive e chi deve morire. E’ terrorismo vero e proprio”.

Intanto proseguono le indagini per accertare l’esatta dinamica della vicenda. Sul cadavere sarà effettuata l’autopsia per chiarire le modalità del decesso.


Segui Vesuviolive.it su:

Potrebbe anche interessarti