Video. Morte di Davide Bifolco: e se la colpa fosse di noi tutti?

davide bifulco

E se la colpa fosse di noi tutti?” E’ la frase che apre il video, realizzato da Alessandro Masala, di commento e critica ai fatti accaduti venerdì notte a Napoli, costati la vita al diciassettenne Davide Bifolco.

Sul suo canale youtube “Breaking Italy“, l’autore, offre uno spunto di riflessione sulla questione e si esprime sul dibattito che in questi giorni sta imperversando sui media. Gli italiani si dividono tra difensori ed accusatori del carabiniere che ha sparato al ragazzo, tra fautori dalla città di Napoli e persone che non perdono occasione di sparare a zero su di essa.

Il monologo di Masala serve a focalizzare il centro del problema e cioè l’assenza delle istituzioni che alimenta il dilagare della criminalità organizzata e che non difende le forze dell’ordine.

Come commenta lo youtuber, ci troviamo di fronte a due vittime: il giovane carabiniere che ha sbagliato e che giustamente deve pagare e il ragazzo che è purtroppo cresciuto in un ambiente degradato senza gli strumenti adeguati per essere migliore.

” Di chi sono le responsabilità? Puntare il dito è sbagliato – afferma Masala – è ciò che tutti gli italiani fanno sempre. Per una volta ce la facciamo a non discutere di quella che è palesemente una fatalità. Potrebbe essere l’errore di un carabiniere o qualsiasi altra cosa. E’ una triste storia, la triste storia di Davide. Ma proviamo a focalizzarci invece sulle metodologie per non far accadere più queste cose invece di litigare continuamente“. 

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=-31VNUoTOJ4&list=PLTpckNPL1z55nF_Nm1WLBXzl9qQC_dq0u[/youtube]

 

 

Potrebbe anche interessarti