Capodanno, colpo di pistola al volto di un minore: era sul balcone a festeggiare

caivano capodanno volto proiettile
Capodanno a Caivano, 16enne raggiunto al volto da un proiettile – Immagine di repertorio

Tragedia sfiorata a Caivano, in provincia di Napoli, durante i festeggiamenti del Capodanno: un 16enne è stato colpito al volto da un proiettile mentre era affacciato al balcone. A renderlo noto è il deputato di Alleanza Verdi-Sinistra, Francesco Emilio Borrelli.

Caivano, spari a Capodanno: 16enne colpito al volto da un proiettile

Il ragazzo era affacciato al balcone di casa dello zio, al parco Verde di Caivano, per ammirare i fuochi e festeggiare l’inizio del nuovo anno quando improvvisamente ha avvertito un fortissimo dolore. E’ stato, così, portato d’urgenza in ospedale dal padre e soccorso dai medici che hanno trovato due fori, uno alla mascella sinistra e uno alla destra.

Il giovane sarebbe stato raggiunto da un colpo d’arma da fuoco e, stando a quanto spiegato dai sanitari, il proiettile potrebbe essere entrato e uscito dal suo viso. Nonostante il grande spavento, per fortuna il 16enne non è in pericolo di vita ed è stato dimesso in breve tempo.

“Fortunatamente il ragazzo è già stato dimesso ma non si può sempre attendere la tragedia prima di agire. Bisogna dire basta all’uso indiscriminato delle armi. Non è più possibile che dei criminali mettano a repentaglio la vita delle persone solo per un bieco divertimento. Le armi sono un serio pericolo e spesso vengono usate anche in presenza di bambini” – commenta Borrelli.

“Sta diventando virale un video in cui si vede un uomo prima usare una pistola dal balcone e poi, con l’arma ancora fumante tra e mani, andare a baciare quelli che sembrano essere la moglie e il figlio. E’ necessario perseguire chi usa armi da fuoco la notte di San Silvestro, per questo ho istituito un osservatorio che denuncerà tutti gli episodi di questo tipo. Le indagini devono estendersi anche e soprattutto ai social network, pieno di video in cui le persone si filmano mentre usano armi di ogni genere a Capodanno. In questo modo sarà più semplice individuare i colpevoli e salvare delle vite” – conclude.


Potrebbe anche interessarti