Luca Abete, ennesimo servizio su Napoli senza casco: a che serviva?


PUBBLICITA' ELETTORALE

Luca Abete

In pochi giorni Luca Abete ha fatto andare in onda su Striscia la Notizia il quarto servizio su “Napoli senza casco”. Come la volta scorsa si è recato nei pressi di una scuola a filmare i genitori che mettono in pericolo l’incolumità dei propri figli, oltre alla propria, sottolineando che costoro insistono in tale atteggiamento nonostante la presenza dei vigili. Spazio anche per dichiarazioni “rubate” a due poliziotti municipali (non li ha intervistati di persona, bensì ha inviato un suo collaboratore che ha registrato di nascosto ciò che dicevano), ed è emerso che da una parte non fermano di proposito le persone senza casco, perché sarebbe inutile e si farebbe andare nei guai il soggetto cui è intestato il ciclomotore, dall’altra sono in numero esiguo rispetto a quelli che non rispettano il codice della strada, e mettersi contro di loro sarebbe pericoloso.

Il servizio di Luca Abete, però, è inutile come i precedenti. I vecchi, infatti, non sono bastati a scatenare un’inversione di tendenza, tanto più che egli, lo ripetiamo, non si è recato al comando di polizia municipale a denunciare e chiedere spiegazioni agli ufficiali, né al Municipio presso il Sindaco o l’Assessore delegato, visto che il Comandante risponde direttamente a queste due figure. Egli stesso e gli altri inviati, in circostanza di diversi disservizi, sprechi e scandali, vanno da chi ricopre un incarico di responsabilità per sottoporgli la questione: perché per “Napoli senza casco” non è stato fatto? Forse ha ragione chi dice che il solo intento è quello di speculare, e alla fine non interessa che le persone indossino il casco? Quello che ha fatto, insomma, è il solito filmino che riproduce un volto negativo di Napoli, altro tassello di Sputtanapoli, in quanto non è seguito da azioni adeguate ad arginare il fenomeno. Da evidenziare inoltre come “Napoli senza casco” costituisca una scappatoia per le giornate in cui non c’è lo scoop, come se si dicesse: “Oggi non è successo niente? E vabbuò, faccio un video di questa gente senza casco che tanto tira sempre”.

Potrebbe anche interessarti