Dal 2 Dicembre al 21 aprile a Napoli ci sarà una mostra impossibile

Mostra

Provate ad immaginare L’ultima cena di Leonardo Da Vinci, la Scuola di Atene di Raffaello Sanzio e un bel ritratto di Caravaggio, tutte nello stesso luogo. E fantasticate se questo sia una cornice splendida come quella delle sale del Convento di San Domenico Maggiore. Impossibile? Esattamente!

Il tema dell’impossibile è quel che sta alla base di questa mostra ideata da Renato Parascandolo ed esposta  dal 3 dicembre 2013 al 21 aprile 2014, dalle ore 10:00 alle 22:00. L’idea è realizzata grazie all’uso della tecnologia e permette di esporre senza trapiantarle, opere da tutto il mondo e con una definizione praticamente identica a quella originale. Di conseguenza possiamo vedere esposte in un solo posto numerosi artisti come in nessun altro museo.

La scelta è stata dettata dalla crisi che colpisce i musei, ma che in realtà, se indaghiamo più a fondo, colpisce l’interesse per l’arte. Così come nel caso di Servo di scena, capita che capolavori teatrali siano visti da platea ingiustamente piccole oppure opere di bellezza mozza fiatante siano note ad un pubblico cosiddetto di nicchia.

Vedremo,e ci auguriamo che questa nuova idea, concretizzatasi grazie anche alla fattiva collaborazione di Rai-Radiotelevisione italiana, Comune di Napoli-Assessorato alla Cultura e al Turismo, Associazione Pietrasanta Polo culturale, possa risollevare la triste condizione dell’arte a Napoli, ma più specificatamente (infatti queste mostre vengono portate in tutta la penisola italiana) in Italia.

Potrebbe anche interessarti