Alessandro Di Battista. Il governo distrugge Pompei in silenzio!

Pompei, il Foro

Continuano le proteste, lo sdegno per la vicenda che ha visto Roma protagonista dell’inciviltà e delle barbarie di un gruppo di tifosi olandesi del Feyenoord che l’hanno devastata, creando 3 milioni di danni.

Polemiche sulla gestione della sicurezza e dell’ordine pubblico ed i cittadini puntano il dito contro il sindaco della Capitale, Ignazio Marino, contro l’amministrazione e contro l’intero governo. Di chi è la colpa? Possibile che nessuno sia riuscito a fermare l’ira degli hooligans?

A tal riguardo, il deputato Alessandro Di Battista, del Movimento 5 stelle, sulla propria pagina facebook, si lascia andare in una riflessione “Tu che ti indigni – giustamente – perché un branco di olandesi ubriachi ha danneggiato la fontana di Bernini ricorda anche che un branco di italiani che non hanno sciarpe ma cravatte firmate e che non fanno scontri ma occupano il Parlamento, sta distruggendo Pompei. Non lo fa con le spranghe, ma con le leggi. I muri romani vengono giù ma le spese militari salgono! Questa distruzione avviene in silenzio, i media non ne parlano. Ma avviene tutti i giorni. Sono gli hooligans al governo. Pensaci.”

E noi, in effetti, ci stiamo pensando. Possibile che nessuno si preoccupa del patrimonio artistico di Pompei (ma anche Ercolano) che sta crollando a pezzi, giorno dopo giorno, goccia dopo goccia, sotto gli occhi di tutti? Possibile che lo Stato non s’interessi minimamente nel tutelare queste opere dal valore storico inestimabile? Perché nessuno fa nulla? Perché i finanziamenti non arrivano? Perché, per l’ennesima volta, nessuno si preoccupa mai per il Sud?

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più