Scarichi abusivi in mare nel napoletano: più di 150mila Euro di multa

scarichi abusivi

Gli agenti della Guardia costiera stamane hanno fatto una scoperta inquietante: oltre 20 scarichi abusivi e numerose vasche di contenimento di reflui e rifiuti liquidi in mare nella provincia di Napoli.

I comuni in cui sono state riscontrate gravi situazioni legate all’abusivismo e all’inquinamento sono Ercolano, Torre del Greco e Portici. A chi sversava rifiuti tossici in mare sono state imposte salatissime sanzioni, superiori ai 150.000 euro. La Guardia Costiera, nel comune torrese, ha scoperto uno scarico di proprietà di un’azienda florovivaistica, che scaricava quotidianamente solventi e coloranti, materiali che secondo la legge sono tossici e che invece finivano in mare. Invece a Portici erano gli scarichi di un condominio composto da 29 unità abitative a confluire nello specchio d’acqua antistante il Granatello.

L’individuazione di questi 20 scarichi abusivi è avvenuta nell’ambito dell’intensa e complessa operazione di monitoraggio e controllo ambientale di tutto il tratto marino e costiero compreso tra i comuni di Torre del Greco, Portici ed Ercolano. Oltre alle multe impartite ai proprietari degli scarichi, agli stessi sono state imposte le chiusure degli stessi scarichi e la realizzazione di vasche a tenuta, cioè di raccoglimento nella rete fognaria comunale.

Potrebbe anche interessarti