Insulti su Facebook? Arriva la sentenza che ti multa

Facebook

Un’insolita storia, il cui protagonista è l’ormai famosissimo social network “Facebook”, arriva da Reggio Emilia: una donna, parrucchiera di professione, dopo aver pubblicizzato alcuni prodotti di estetica on-line, è stata insultata da un suo compagno di lavoro, che ha caricato lo stesso post gremito insulti. In sintesi, avrebbe scritto che “dovrebbe sputarsi in faccia da sola”, parole molto pesanti. Si è subito rivolta ai carabinieri per far sì che i post venissero rimossi: si è poi rivolta ai legali che l’hanno informata che non ci sono prove, che attestano che le offese sono rivolte a lei. Da ciò scaturisce la sentenza di un giudice che ha stabilito che ogni insulto costerebbe 100 euro di multa per ogni giorno in cui viene rilasciato on-line, fino al momento in cui non viene rimosso.

Insomma, attenzione a quello che scrivete on line!

Potrebbe anche interessarti