Immigrazione, nel mirino 3 onlus campane con l’accusa di peculato

immigrati

Una gran parte dei soldi ottenuti per gli aiuti agli immigrati sarebbe finita nelle tasche dei responsabili e di alcuni collaboratori della Caritas di Teggiano, in provincia di Salerno.

Secondo quanto si legge in un articolo de Il Mattino, infatti, a riguardo stanno indagando alcuni PM napoletani, un’inchiesta che ha già portato all’arresto del presidente dell’onlus, Alfonso De Martino, accusato di aver sottratto oltre un milione di fondi.  La compagna di De Martino, Rosa Carnevale, è invece finita agli arresti domiciliari.

Indagati anche un sacerdote, Don Vincenzo Federico, ed altri due collaboratori campani della Caritas, tutti con la comune accusa di peculato.

Sono ben 3 le onlus incriminate legate al centro Caritas di Teggiano e finite sotto il mirino degli inquirenti. A quanto pare, queste 3 onlus, avrebbero gestito in modo inappropriato gli aiuti finanziari destinati dal governo italiano agli immigrati africani, negli anni 2011-2013.

I soldi sottratti sarebbero stati usati da De Martino per pagare i funzionari.

Potrebbe anche interessarti