Svolta Circumvesuviana: biglietti in vendita a bordo ma solo in due casi

circumvesuviana

Potrebbe passare alla storia dei trasporti come un momento di svolta o cadere in un tragico flop. Dall‘8 giugno sarà possibile acquistare il biglietto della Circumvesuviana e Sepsa a bordo. E’ la circolare numero 19 dell’Eav a stabilirlo, provando a limitare la furbizia dei “portoghesi” che proseguono a non timbrare il ticket.

La vendita a bordo, però, sarà possibile soltanto in due circostanze: che il passeggero sia salito a bordo provenendo da una stazione priva di biglietteria o comunque non funzionante oppure che la più vicina rivendita si trovi oltre 250 metri dalla stazione.

Inoltre sarà possibile “autodenunciarsi”. Sì, proprio così. Sarà, infatti, fattibile acquistare il biglietto dal capotreno con un sovra prezzo di 5 euro qualora provenga da una stazione con regolare biglietteria. Immaginate la scena?

Insomma ci troviamo di fronte ad una vera e propria rivoluzione cominciata dal primo gennaio di questo 2015 con l’introduzione del nuovo “tic”. Questa possibilità era già prevista ma soltanto adesso entrerà in vigore in seguito alla chiusura dei corsi per capotreno.

Potrebbe anche interessarti