Ecco i dati raccolta differenziata 2015 a Napoli e provincia

raccolta-differenziata-cassonetti

Nelle ultime ore è stata presentata la XI edizione del Premio Comuni Ricicloni Campania 2015 di Legambiente. Sono ben 430 i comuni della Regione che hanno inviato i dati riguardanti la raccolta differenziata ma solo quelli che hanno raggiunto la percentuale richiesta dalla normativa vigente (65%) sono stati definiti “comuni ricicloni 2015”.

La classifica è stata stilata tenendo conto della percentuale di raccolta differenziata raggiunta nel 2014 e dalla valutazione di come quest’ultima è stata eseguita. Sommando il tutto si è arrivato all’indice IPAC, ovvero l’indice di prestazione ambientale del comune, grazie al quale è stata stabilita la graduatoria finale.

LEGGI ANCHE
CLASSIFICA. Ranking Uefa: il Napoli perde una posizione

La migliore percentuale di raccolta differenziata della Regione Campania, che si aggira intorno al 55%, è stata quella della Provincia di Benevento (70,57%) seguita dalla Provincia di Salerno (58,42%), dalla Provincia di Avellino (56,54%), dalla Provincia di Napoli (53,81%) e dalla Provincia di Caserta (50,69%)

Per quanto riguarda nello specifico i Capoluoghi della Provincia, il primo posto è stato conquistato ancora una volta da Benevento (67,77%), seguita da Salerno (65,85%), Caserta (53,52%), Avellino (43,23%) e Napoli (dati non pervenuti).

Ecco i dati relativi della RD di alcuni Comuni di Napoli:
Pozzuoli: 72,34%
Portici: 62,44%
Torre Annunziata: 60,35%
Castellammare: 59,28%
San Giorgio a Cremano: 55,01%
Scafati (Sa): 50,47%
Ercolano: 47,29%
Pompei: 42,34%
Torre del Greco: 43,90%
Giugliano: 40,85%

LEGGI ANCHE
Ranking UEFA. Il Napoli crolla in Ucraina ma sale in Europa

Le percentuali riguardanti gli altri comuni possono essere consultati sul sito di Legambiente.

Risultati che, secondo quanto dichiarato dal presidente e dal direttore di Legambiente Campania, sono molto gratificanti: “Insistere sulla strada della raccolta differenziata, stimolando e supportando le amministrazioni locali e sensibilizzando i cittadini è una scelta vincente. Esiste una Campania Riciclona, radicata, che si consolida in quantità e qualità. Non si tratta di eccezioni, non sono amministrazioni eroiche. Sono ormai l’ordinarietà della nostra regione, e la dimostrazione concreta che se si lavora con continuità, condivisione e corresponsabilità i risultati arrivano [..]”

Potrebbe anche interessarti