Circumvesuviana nel caos: da domani i treni partiranno in ritardo

Ferrovia Circumvesuviana

Sono sempre più vecchi i trasporti della Circumvesuviana e moltissimi sarebbero i ritardi, i vagoni affollati e le corse soppresse, ma il grande problema sembra essere di giorni in giorno la sicurezza di questi mezzi, infatti i treni si sono rivelati non rispettosi delle norme di legge e di conseguenza pericolosi per viaggiatori e lavoratori.

Naturalmente in risposta a tutti questi disagi, non si sono fatte attendere le proteste sia da parte dei viaggiatori, che quotidianamente effettuano viaggi, sia da parte dei lavoratori ma a quanto pare il gruppo dirigenziale non ha risposto ne agli uni ne agli altri, creando ovviamente un grosso malcontento che è arrivato al suo apice quando i lavoratori dei treni di Circumvesuviana, di Sepsa e di Metrocampania NordEst non si sono neppure visti arrivare in tempo gli stipendi di giugno.

A quanto pare i dirigenti hanno avuto problemi non meglio definiti e non sono riusciti a far arrivare i pagamenti in tempo utile. Una reazione ferma non si è fatta attendere e il sindacato Orsa Autoferro ha annunciato una protesta che naturalmente creerà disagio ai trasporti, ai dirigenti ma anche ai viaggiatori. A partire da domani, 1 luglio, tutti i treni della Circumvesuviana, ma anche Sepsa e Metrocampania NordEst, partiranno con 10 minuti di ritardo e tutti i dirigenti o funzionari che cercheranno di evitare la protesta e si impegneranno a far partire in orario i mezzi saranno denunciati. Ma non solo, perché l’Orsa Autoferro ha invitato tutti i lavoratori a non effettuare prestazioni straordinarie, così da mettere i dirigenti in vera difficoltà e costringerli ad agire.

Potrebbe anche interessarti