Omicidio Fortuna, nuovo colpo di scena: il supertestimone ha mentito

Fortuna Loffredo

Il testimone Massimo Bervicato, che il 18 gennaio 2017,  durante l’udienza davanti alla terza sezione della Corte d’Assise di Napoli, aveva dichiarato di aver visto Caputo nel cortile dove Fortuna sarebbe caduta, è ora accusato di falsa testimonianza.

Come si legge su Il Mattino, la Procura di Napoli procederà contro Bervicato per reato di falsa testimonianza. Nella sua deposizione a favore di Caputo, Bervicato aveva chiamato in causa Michele Fusco che invece sostiene che Raimondo Caputo non era giù nel cortile al momento della tragedia.

Un nuovo colpo di scena nel caso Fortuna dove ormai ognuno passa la palla delle accuse all’altro senza che la verità emerga al 100%.

Potrebbe anche interessarti