È morto Raffaele Bracale: era il massimo esperto e studioso di Napoletano

raffaele bracale (1)È morto Raffaele Bracale: il maggiore studioso ed esperto contemporaneo dell’idioma napoletano si è spento oggi a 76 anni. Lo ha annunciato su Facebook suo genero, Giuseppe Vitiello, che ha scritto:

“Oggi è una giornata dura, se ne è andato uno degli ultimi Signori di Napoli, un uomo buono, colto! Una persona schietta, sincera che quando voleva bene, voleva bene veramente. Mi ha accolto 22 anni fa nella sua famiglia e ci siamo rispettati ed amati a vicenda. Mi ha donato un sacco, mi ha fatto capire cosa significa essere Napoletani e cosa significa fare parte di una grande famiglia napoletana… mi ha regalato la cosa più preziosa che teneva… Sua Figlia! Che la terra ti sia lieve Raffaele Bracale! Ciao Lello, ‘a Maronna t’accumpagna!”.

Celebre è il suo sito, LelloBrak: è sostanzialmente una raccolta di napoletanità, dalle ricette alle tradizioni passando per un dizionario etimologico di Napoletano.

Anche Amedeo Colella, storico, scritto ed umarista napoletano, oltre che allievo di Raffaele Bracale, ha dedicato al maestro un ricordo sul social: “Oggi se ne è andato un grande uomo, un amico ma soprattutto il mio maestro: Raffaele Bracale. Devo tutto a lui. Tutto quello che racconto me lo ha insegnato lui, tutto! Era la “cassazione” per ogni controversia sulla lingua napoletana (anzi idioma come voleva che si dicesse). La mia casa editrice, Cultura nova, è nata grazie a lui. Ho studiato la napoletanità editando i suoi libri. Risolveva tutti i quesiti che gli sottoponevo. Mi mancheranno le chiacchierate davanti al caffè di Annamaria. Così voleva che fosse definito in quarta di copertina. Raffaele Bracale – Napoletanologo, studioso dell’idioma napoletano. Poeta, narratore, commediografo, attore e regista teatrale”.

Potrebbe anche interessarti