Terra dei Fuochi, i comitati ad Imola vengono insultati: “Tornate al Sud terroni”

Terra dei Fuochi

I comitati della Terra dei Fuochi si erano dati appuntamento ad Imola che doveva rappresentare una nuova tappa a sostegno di una battaglia che coinvolge la Campania ma che dovrebbe far riflettere anche il Nord della nostra penisola, perchè come ha dichiarato il pentito Carmine Schiavone, la Terra dei Fuochi esiste anche lì invitando a scavare non solo dalle nostre parti.

Succede che i manifestanti anzichè ricevere il sostegno dei locali hanno, invece, udito parole poco eleganti nei loro confronti. Uno dei responsabili del coordinamento, Michele Ammendola, ai microfoni de Ilmattino.it spiega cosa è accaduto: “Intorno a noi abbiamo avvertito tanta freddezza e disappunto. Qualche passante ci ha invitato a ritornarcene al sud e a imparare da loro i principi di civiltà e correttezza. I componenti del comitato sono stati apostrofati con il termine di terroni, ma noi non abbiamo raccolto le provocazioni.

Il nostro obiettivo è solo quello di informare e sensibilizzare la popolazione del nord sul dramma della terra dei fuochi, cercando di evidenziare come il problema dei rifiuti tossici e dei roghi investe l’intera nazione. Non dobbiamo dimenticare gli sversamenti illeciti effettuati al sud, in particolare in Campania, dalle aziende del settentrione”.

Ancora una volta i cittadini del Nord dimostrano disappunto nei confronti di un problema che non appartiene soltanto a noi.

Potrebbe anche interessarti