Napoli, teschi di cartapesta con una X nera sui monumenti dei Re: lo strano ritrovamento

teschi napoli
Screen video Ansa

Nella notte ignoti hanno collocato dei teschi di cartapesta accanto alle principali statue raffiguranti Re della città di Napoli. I teschi, rigorosamente bianchi, spiccano per avere una X nera sulla bocca e alcuni di loro hanno una corona in testa fatta di aghi di pini e foglie di edera. Lo strano ritrovamento ha riguardato anche la facciata principale del Palazzo Reale a Piazza del Plebiscito ma ad essere coinvolte sono statue che si trovano in diversi luoghi di Napoli e poste anche a grande altezza.

TESCHI IN CARTAPESTA E X NERA INVADONO LE STATUE DI NAPOLI

Molte le ipotesi di questa azione dimostrativa, replicata anche in altre città italiane (Verona, Milano, Padova), che ad ora non è stata rivendicata. C’è chi ha pensato ad un movimento ecologica (la x sulla bocca indica appunto la difficoltà di far sentire la propria voce contro un sistema che inquina e non si interessa dell’ambiente). Alcuni attivisti infatti sono stati fermati nella notte. Ma c’è anche chi ci ha visto una matrice sabauda essendo state colpite statue raffiguranti re. Alcuni invece ipotizzano in questo gesto un’azione dei no vax, un modo per esprimere il loro dissenso al green pass obbligatorio in modo pacifico.

In un video l’Ansa ha mostrato le statue coinvolte a Napoli.

Potrebbe anche interessarti