Vietato il circo con gli animali: il Parlamento vota per metterlo fuori legge

circo con animali vietatoTogliere gli animali dal circo, può essere possibile? Il 15 gennaio la Commissione cultura del Senato ha presentato al governo una proposta che intende introdurre il divieto assoluto di utilizzare gli animali nei circhi.

I voti favorevoli sono arrivati da Italia Viva, dal Movimento dei 5 stelle e dal Pd, mentre contrario a questa proposta è stato il centro-destra, in particolare la Lega.

L’iniziativa è stata presa da Michela Montevecchi, senatrice del Movimento dei 5 stelle. Il testo della proposta parte da due concetti: una parte in cui si discute sulla sensibilità degli italiani sul tema, che, sarebbe cambiata negli anni e, che, quindi si è giunti alla “protesta dei cittadini e alla disaffezione del pubblico” rispetto all’uso degli animali nel circo. L’altro concetto racchiude il tema delle “coercizioni fisiche e psichiche” a cui sono sottoposti quei poveri animali.

Questo nuovo progetto di legge dovrebbe guidare il governo a: “a valutare, nell’ambito di un processo di revisione dei criteri di assegnazione dei contributi del Fondo unico dello spettacolo, tenendo conto del decreto ministeriale e della legge n. 175 del 2017, e nelle more dell’approvazione di provvedimenti normativi che prevedano il superamento dell’utilizzo degli animali nelle attività circensi, l’opportunità di disincentivare i circhi che utilizzano animali e che non si impegnino a non acquisirne di nuovi, garantendo un adeguato monitoraggio di tali processi di dismissione”.

Interviene sulla tematica ovviamente la Lav (lega anti-vivisezione) che dice: “Si approvi subito il disegno di legge di riforma del settore dello spettacolo dal vivo”.

Ricordiamo che è di qualche mese fa la notizia che la Regione Campania ha approvato un decreto per mettere la parola fine al circo con gli animali, in molti quindi si stanno muovendo per dare vita a questa bellissima e giustissima iniziativa.

Quello che dovrebbe muoverci è l’amore verso quei poveri animali che, prima di farci divertire durante gli spettacoli, subiscono, dietro le quinte, violenze di ogni genere.

Potrebbe anche interessarti