La Lombardia ha chiesto il coprifuoco: in Campania potrebbe accadere a breve

Lombardia – deciso il coprifuoco. Il covid avanza inesorabilmente e lo fa anche in modo spedito. Tutto il Paese ormai è stato colpito da questa seconda ondata ma principalmente, ad essere più a rischio, sono le aree metropolitane delle grandi città.

Milano, Napoli, Roma stanno facendo i conti con un aumento esponenziale di casi che inizia a preoccupare gli addetti ai lavori. Molti esperti parlano che a breve ci possano essere chiusure mirate nelle città più a rischio.

Proprio per questo motivo in Lombardia il Governatore Fontana, appoggiato dai sindaci lombardi, ha deciso per il coprifuoco sul proprio territorio a partire dal prossimo giovedì 22 ottobre. Dalle 23 alle 5 saranno chiuse tutte le attività e ci potrà spostare solo per motivi di salute, lavoro o comprovata necessità.

Inoltre, è stata condivisa dagli enti locali lombardi anche l’opportunità della chiusura, nelle giornate di sabato e domenica, della media e grande distribuzione commerciale, tranne che per gli esercizi di generi alimentari e di prima necessità.

La decisione è stata presa dopo i numeri sul trend dei contagi e dei ricoveri per coronavirus presentati dal Comitato Tecnico Scientifico lombardo. Seconda la previsione della ‘Commissione indicatori’ istituita dalla Direzione generale Welfare, al 31 ottobre potrebbero esserci circa 600 ricoverati in terapia intensiva e fino a 4mila in terapia non intensiva.

I numeri in Campania sono leggermente inferiori, ma non per questo meno preoccupanti. In soli 10 giorni la nostra Regione ha superato quota 10mila contagi, un numero mai visto prima (a fronte sempre di un aumento di tamponi). Scongiurare un secondo lockdown è di vitale importanza per la salute economica del nostro Paese, ma il Premier Conte è stato chiaro:

La curva è obiettivamente preoccupante. Ci stiamo predisponendo per evitare il lockdown generalizzato, ma non possiamo escludere che se le misure non daranno effetti saremo costretti a tararle più efficacemente e arrivare a lockdown circoscritti“.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più