Biagio Izzo, dichiarazione d’amore per Napoli: “Andare via e poi giudicare è facile”

biagio izzoNon è mai andato via dalla sua terra Biagio Izzo. “Per uno come lui è facile”, potrebbe dire qualcuno facendo riferimento alla carriera che ha avuto e continua ad avere, eppure non è così: non si spiegherebbe come mai molti altri dei suoi colleghi abbiano scelto di vivere altrove, a Roma o Milano principalmente, città dove la vita dell’artista è certamente più semplice.

Biagio Izzo è restato a Napoli per attaccamento e, avendo la possibilità, anche per non lasciare la città soltanto nelle mani di chi non la rispetta. Lo ha affermato in un’intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica dove, prendendo le mosse dal successo e gli apprezzamenti per l’interpretazione di Vincenzo Scarpetta ne I fratelli De Filippo, ha toccato anche altri argomenti tra cui il legame con il posto dove è nato e cresciuto.

Biagio Izzo rimasto a Napoli per non lasciarla a chi non la ama

Nato a Napoli, Izzo è cresciuto a Portici per poi scegliere di abitare a Napoli in età adulta: “Vivo a Napoli, al Vomero, dal 2003, e credo che sia la città che tutto l’hinterland siano benedetti da questa terra vulcanica, ricca di forti energie, e forse noi ne siamo influenzati, subendone le conseguenze positive”. Sul mancato trasferimento per lavoro: “È una delle cose a cui tengo di più, perché è anche un modo per aiutare la propria città. Sarebbe troppo facile andar via e giudicare Napoli da lontano. Se vanno via i professionisti più capaci, gli intellettuali, gli artisti, lasciano la città alla mercé di altri che non la amano, e resterebbe ben poco”.

Potrebbe anche interessarti