MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

Ercolano, serata di musica e danza a Villa Campolieto: in scena la “Carmen suite”

Nella splendida cornice di Villa Campolieto, a Ercolano, arriva una rivisitazione originale della Carmen di Bizet: sabato 11 e domenica 12 settembre alle ore 21, nell’ambito del Festival delle Ville Vesuviane, andrà in scena lo spettacolo “Carmen Suite”

Si tratta di una versione creata da Jvan Bottaro e Alessandra Panzavolta, che delinea una Carmen moderna con un carattere forte e sensuale. La novità risiede proprio nella forma in “suite”, che narra tutta la storia in maniera cronologica, mettendo in risalto solo i momenti cruciali della vita di Carmen e delineandone il destino.

A condurre lo spettacolo la compagnia Mediterranean Dance Company, che vede impegnati 10 giovani e talentuosi danzatori. Mediterranean Dance Company affronta un nuovo obiettivo artistico e sociale, proponendo al pubblico della danza e della musica la creazione “Carmen Suite”.

Nel nome dello spettacolo è già insita l’importanza del soggetto trattato, e cioè una figura femminile ormai diventata archetipo della liberazione ed indipendenza della donna. In questa creazione, curata dal giovane coreografo Ivan Bottaro, viene inquadrato il racconto in un processo “a quadri”, dove le singole storie trovano un sintetico ed agile sviluppo drammaturgico, sottolineato anche dalle scelte musicali.

Carmen è quindi una donna che sceglie a pieni mani la propria vita ed incontra, accetta ed affronta il proprio destino facendo della propria libertà la sua ragione di esistere e coinvolgendo a poco a poco le vite degli altri personaggi. Tema assai attuale e quindi giustamente proposto dal gruppo di danzatori in chiave moderna, come lettura, e con-temporanea, come stile coreografico.

Lo spettacolo “Carmen Suite”, però, ha anche un obiettivo sociale. Infatti Mediterranean Dance Company è formata da giovani danzatori professionisti provenienti da vari paesi del Mediterraneo, stimolando cosi l’inclusione attraverso l’arte della danza.

Lo stile coreografico che ho utilizzato è un intersecarsi di vari stili, dal neoclassico, al contemporaneo, puntando molto sulle linee e parte interpretativa”, afferma il coreografo J. Bottaro. “Le musiche che ho voluto utilizzare sono principalmente di George Bizet unito a vari autori, cosi da creare un prodotto diverso dalle esistenti versioni di “Carmen” e dare il più possibile un mia visione coreografica a questo progetto”.

Il costo per i biglietti di “Carmen Suite” è di 10 euro. Sarà possibile acquistare i biglietti sul circuito Go2 o presso il botteghino in Villa.

Potrebbe anche interessarti