Napoli, ANM lancia l’allarme: non arrivano i soldi, si rischia la paralisi totale

 

Anm, riduzione servizi

A dir poco critica la situazione attuale dell’ Anm, azienda napoletana per la mobilità ed i trasporti. La dirigenza ha denunciato una condizione di non poco conto, e, tra paura e sconforto, ha deciso di inviare una nota al Comune di Napoli per fare chiarezza sui rischi nei quali ci si sta imbattendo: impossibilità di acquistare carburante per gli autobus, impossibilità di pagare gli stipendi, e il rischio, grande, di perdere 16 milioni di euro che all’azienda spettano.

Pare infatti che sia il Monte dei Paschi dei Siena che il Comune di Napoli non abbiano portato a termine gli impegni economici e finanziari presi: il primo avrebbe ridotto di cinque milioni di euro i fidi bancari, il Comune, invece, che dovrebbe versare 9 milioni mensili all’Anm, pare non aver versato denaro nel mese di giugno e soltanto la metà della quota nel mese di maggio. Solo 4, invece, per il momento, i milioni accreditati per il mese di luglio, ma ci si aspetta e ci si augura, in breve tempo, che l’importo sia completo e totale.

Comunque, secondo quanto riportato da ilmattino.it, in seguito alle comunicazioni ricevute anche da parte dell’amministratore unico dell’Anm Alberto Ramaglia, pare siano state queste le dichiarazioni da Palazzo San Giacomo: “I soldi arriveranno con l’approvazione del bilancio”. I vertici, pertanto, invitano a mantenere la calma: “È solo un’emergenza momentanea, non ci sono rischi per i lavoratori e per l’utenza.”

Potrebbe anche interessarti