“DIEGO – Non sarò mai un uomo comune” al Teatro Piccolo Bellini

DIEGO - Non sarò mai un uomo comune Il Teatro Piccolo Bellini di Napoli ospiterà da giovedì 20 marzo a domenica 23 marzo e da giovedì 27 marzo a domenica 30 marzo lo spettacolo dedicato a El Pibe de Oro e alla guerra dell’eroina degli anni ’80 intitolato “DIEGO – Non sarò mai un uomo comune”.

I temi che si affronteranno in questa pièce teatrale partiranno dalla storia di un Napoli stellare grazie agli scudetti conquistati da El Pibe de Oro e dal suo piede sinistro, per poi arrivare alla storia di due giovani ragazzi e all’epopea di una città allo sbando colpita dalla disoccupazione, dalla chiusura dell’Italsider, dall’inquinamento della Campania Felix e dai 33 mila morti di eroina purtroppo dimenticati. Una Napoli in totale affanno dove l’unica valvola di sfogo era rappresentata dal vittorioso Maradona:

“5 luglio 1984: settantamila “napoletani” accorrono allo stadio San Paolo di Napoli, per assistere alla presentazione di Diego Armando Maradona, mentre, contemporaneamente, duemila operai dell’Italsider vengono messi in cassa integrazione. Siamo nel cuore degli anni ’80. Napoli è una città “terremotata” che cerca di mettersi alle spalle il terribile sisma che l’ha devastata. Sono anni difficili, anni della più violenta camorra e della più corrotta politica. Il tasso di disoccupazione è elevatissimo, l’eroina si diffonde tra i giovani mietendo molte vittime, il governo vara una delibera per sancire che Napoli è una città ad alto rischio ambientale, molti quartieri sono invasi dai rifiuti ed il mare è sempre più inquinato, il totonero appare come l’unica ancora di salvezza. In questo panorama apocalittico giunge dalla lontana Argentina un giovane ragazzo, dal sinistro magico, un ragazzo che, come molti napoletani, proviene dal basso, che ha conosciuto la miseria e la fame ma che, coltivando la sua passione con ostinazione e determinazione, lentamente, un calcio dopo l’altro, riesce a modificare il corso della sua esistenza.”

“DIEGO – Non sarò mai un uomo comune” è stato prodotto dal basso, grazie alla partecipazione di 250 persone che hanno acquistato il biglietto dello spettacolo molti mesi prima del debutto per poter sostenere il lavoro della compagnia Vodisca Teatro nata in periferia.

Il ricavato dello spettacolo sarà devoluto per aiutare la realizzazione di una Fattoria Didattica per bambini disabili che avrà sede a Chiaiano.

Info e prenotazioni: botteghino@teatrobellini.it

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più