Il miglior ricercatore in cardiologia torna a Napoli da precario: ”Il futuro è qui”

Giovanni Ciccarelli, il giovanissimo cardiologo originario di Giugliano premiato come il migliore ricercatore del mondo, torna a vivere a Napoli. Oggi – racconta il Corriere del Mezzogiorno – sposerà la sua Francesca, poi cercherà un lavoro. La settimana scorsa ha ritirato un prestigioso riconoscimento agli Young Investigator Award nella categoria “Percutaneous Coronary Intervention”. Il suo studio è intitolato “Angiography versus hemodynamic assessment to predict the natural history of coronary stenoses: a fractional flow reserve versus angiography in multivessel evaluation 2, (FAME 2)-substudy”, ovvero una ricerca per prevenire le stenosi (occlusioni) coronariche.

Questo premio sarebbe valso a Giovanni un posto di lavoro in Belgio, ma la scelta controcorrente è stata quella di tornare a casa, a Napoli, anche se questo significa andare allo sbaraglio, per aiutare la sua terra. “Io e la mia fidanzata avevamo deciso che saremmo tornati. A me era stato proposto di rimanere a Aalst, lei aveva già un contratto, eppure abbiamo preferito considerare quell’esperienza conclusa. Mi è servita a molto, ho imparato perfino qualche parola di fiammingo che è davvero complicato. Però nel nostro futuro, c’è Napoli”.

Giovanni ha ricevuto delle offerte di lavoro, sia da ospedali che da centri privati, e sta decidendo quale accettare. “Tornare qui è stata una scelta consapevole. Credo nella mia terra, e voglio dare il mio contributo. Quando sento parlare male della sanità napoletana o campana ci soffro perché so che qui ci sono medici bravissimi e strutture che possono funzionare bene, se messe in condizione di farlo. Andarsene non sarebbe giusto”.

Potrebbe anche interessarti