Viaggio nelle viscere e nel Jazz Partenopeo al Museo del Sottosuolo

museo del sottosuolo

Sabato 19 aprile 2014 alle ore 21,30 Mario Romano Quartieri Jazz torna al Museo del Sottosuolo di Napoli, attualmente gestito dall’Associazione “La Macchina del Tempo”, per un incredibile “Viaggio nelle viscere e nel Jazz Partenopeo”.

La chitarra manouche di Mario Romano affiancata a quella classica di Gianluca Capurro e al basso di Ciro Imperato darà vita alla suggestiva musica Neapolitan Gipsy Jazz.

Il concerto prevede alcuni dei brani più noti del gruppo tratti da “E’ strade cà portano a mare”. Durante la serata verranno presentati anche due inediti che sono: la dolcissima musica di Cammen e quella dell’esplosiva Vesuvia.
Una serata ricca di musica e di brani tra cui “Rum e speranzella” e “Mambo Italiano”!

Ad arricchire l’imperdibile appuntamento sarà un calice di vino Santacosta e stuzzichini offerti dal Wine Bar Scagliola di Nicola Scagliola, partner del Museo del Sottosuolo.

Nella vista libera alle sale del Museo sarà possibile ammirare l’opera permanente intitolata “Gli Attoniti” creata ed ideata del cartapestaio Claudio Cuomo che ha voluto rappresentare lo stato d’animo di un gruppo di scugnizzi dinanzi al presepe: “Pensavo a cosa vedevano i loro occhi. Sono ragazzi che hanno fame ho pensato, guardano Cristo ma guardano anche colui che nel momento di trascendenza più significativo della sua vita terrena dichiara di essere pane in sacrificio. In corso d’opera mi sono imbattuto in una poesia di Rimbaud, Gli Attoniti appunto, che descriveva un gruppo di 5 ragazzi con i cenci addosso che da una grata guardano desiderosi un panettiere far nascere il pane biondo, nel forno caldo come un seno mentre scocca la mezzanotte. Inevitabilmente ho pensato che i ragazzi descritti da Rimbaud non stessero guardando il pane ma anche loro stessero guardando Cristo”.

I partecipanti inoltre, avranno la possibilità di pernottare al B&B in via S.Pietro a Maiella, anch’esso sponsor del Museo del Sottosuolo.

Quota di partecipazione: 12 euro (visita libera al Museo, stuzzichini e calice di vino compresi)
Per info e prenotazione (obbligatoria): booking@ilmuseodelsottosuolo.com

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più