GardeNet, a Napoli i giardini condivisi: opportunità per i giovani napoletani

foto da Facebook

Un giardino condiviso in tre quartieri della città di Napoli: Ponticelli, Scampia e Avvocata. Questa, l’idea alla base di GardeNet, un progetto ideato da Simona Panaro e Federica Russillo dell’associazione Agritettura 2.0. Il progetto è stato selezionato dal Comune di Napoli ed è volto al miglioramento delle aree verdi pubbliche della città

Attraverso la cura di un’area verde, infatti, i cittadini sono coinvolti in prima persona nella progettazione e gestione della stessa, con lo scopo di migliorare e rendere più vivibile il proprio quartiere. Luoghi di vita all’aperto, spazi conviviali e formativi, che favoriscono l’incontro tra generazioni e culture diverse. Il lavoro sul campo come un’opportunità per migliorare la qualità della vita e conoscere nuove persone.

Un’occasione anche per i più giovani, affinché si interessino sempre di più ad un tema molto delicato come quello del verde pubblico. GardeNet, a tal proposito, ha indetto un concorso, il Digital Contest, che premierà l’ideazione originale e la realizzazione di cortometraggi realizzati da giovani videomaker napoletani, che avranno come soggetto il verde da scoprire. Saranno assegnati riconoscimenti da 1500 a 500 euro. Il termine per la consegna delle opere è fissato al 30 novembre.

Infine, per i giovani napoletani, ci sarà anche un interessante corso “A lavoro nel verde“, che selezionerà 15 neodiplomati per partecipare ad un percorso di orientamento allo studio e al lavoro sui temi della conoscenza, cura e promozione del verde urbano. Il corso avrà una durata di 120 ore, prevede la corresponsione di una indennità di frequenza e partirà nel mese di novembre 2017. Il termine per la candidatura è fissato al 22 novembre 2017.

Potrebbe anche interessarti