Ricetta di Pasqua: il casatiello vesuviano

Casatiello vesuviano cotto

Il casatiello è uno dei rustici maggiormente apprezzati sia dai napoletani che da tutti i vesuviani. Ma non solo, i turisti che affollano la città partenopea ed i siti archeologici di Ercolano e Pompei sono ghiotti del rustico dall‘antica tradizione, che noi vesuviani dobbiamo mantenere e tramandare.

Noi di VesuvioLive.it desideriamo mettere a disposizione del nostro pubblico una seconda ricetta del casatiello napoletano, una ricetta maggiormente tipica dell’area Vesuviana e per questo l’abbiamo chiamata la ricetta del Casatiello vesuviano. Seppur davvero in minima parte, il Casatiello vesuviano è leggermente differente dal Casatiello made in Napoli.

tradizione Casatiello 3 generazioni
Tre generazioni alle prese con il Casatiello

Ingredienti

2 kg di pasta lievitata (che si può acquistare facilmente in panetteria o pizzeria..)
salame
pancetta tesa
parmigiano
pecorino romano
pepe, sale, sugna quanto basta

Procedimento

Innanzitutto dividiamo la pasta in due parti uguali. Una volta divisa, la pasta deve esser stesa con il mattarello. Poi spargete su di ognuna delle parti di pasta stese un velo di sugna. Troppa sugna potrebbe far diventare il Casatiello molto pesante, poca potrebbe farlo assomigliare al pane. E’ importante ricoprire le due porzioni con molto formaggio parmigiano e pecorino romano, mentre di sale e di pepe bastano pochi pizzichi.

Poi aggiungete il salame e la pancetta, tagliati a cubetti. Le porzioni e le proporzioni di salame e pancetta sono a vostra discrezione, fate come più vi piace. Poi dovete arrotolare singolarmente ognuna delle due porzioni di pasta, ora farcite. Una volta arrotolate potete quindi intrecciarle. Lasciamo infine che la pasta imbottita cresca per circa 10 ore.

Quando la pasta sarà cresciuta il casatiello sarà pronto per esser infornato: il ruoto deve esser unto con sugna ed il forno deve essere a 180°. Il tutto dovrà cuocere per circa un’ora e mezza. Se volete potete posizionare sul casatiello le tradizionali uova e bloccarle con dei listelli di pasta.

Potrebbe anche interessarti