Francesco e Chiara possono sposarsi: il Comune di Napoli ha rilasciato il certificato

Napoli – Una storia che ha commosso tutti, terminata con un lieto fine. Il protagonista si chiama Francesco Carsi, nato a Napoli ma attualmente residente a Pavia. Francesco è malato, ha un linfoma di Hodgkin che da anni lo affligge. Una malattia tremenda, che continua a ripresentarsi e a costringerlo a sottoporsi di continuo a estenuanti cicli di chemioterapia. La prima volta che il tumore si è presentato era stato nel 2008, ma grazie alle cure era riuscito a sconfiggere il male. Da alcuni mesi si sono ripresentate altre masse tumorali e ora è costretto a ricominciare tutto da capo. Anche se questa ricaduta è più difficile, infatti anche i medici sono pessimisti e le speranze sono davvero scarse.

Per questo motivo Francesco ha deciso di sposare la sua compagna Chiara e coronare il suo sogno, temendo di non avere più tempo. I due hanno un bambino, Alessandro di due anni. “Un miracolo” come lo stesso Francesco definisce suo figlio. Perché nato dopo le estenuanti cure di chemio che avevano ridotto al minimo la possibilità di procreare. E invece è riuscito a vivere la gioia più grande, quella di diventare padre. E ora può ritenersi un uomo fortunato, perché papà di due bellissimi bambini: Alessandro e Tommy, nato dal precedente matrimonio della sua compagna.

Il giorno del matrimonio era stato stabilito per il 4 Luglio. Ma, almeno in una fase iniziale, tutto sembrava essere a rischio. Perché il Comune di Napoli non aveva ancora rilasciato il certificato di nascita di Francesco, documento indispensabile per celebrare il matrimonio. Nonostante le tante sollecitazioni telefoniche di Francesco, aiutato anche da alcuni parenti a Napoli che si erano messi a disposizione per recarsi di persona a Palazzo San Giacomo, la matassa sembrava non sciogliersi mai.

Per fortuna, dopo giorni di attesa, Francesco ha raggiunto il suo obiettivo. Il documento è stato rilasciato e il 4 Luglio sposerà la sua amata Chiara.

Potrebbe anche interessarti