Tragedia a Napoli, giovane si suicida lanciandosi dal 5° piano. Era disoccupato

cadavere morto lenzuolo
Foto di repertorio

Napoli – Un giovane si è suicidato lanciandosi dal balcone di casa sua. Il fatto è successo ieri nel quartiere di Soccavo dove i residenti sono sotto choc per il gesto estremo compiuto dal 28enne del posto. Si è tolto la vita lanciandosi dal quinto piano, dove abitava, ma sembra che già nei giorni scorsi avesse tentato il suicidio. Ancora ignote le cause, ma si pensa ad una forte depressione per la mancanza di un posto di lavoro. Dopo lo schianto al suolo per lui non c’è stato nulla da fare.

Se dovesse essere confermata l’idea di un suicidio per mancanza di lavoro sarebbe l’ennesima vittima silenziosa che la disoccupazione, soprattutto giovanile, produce. Sono ormai troppi i giovani , infatti, che scoraggiati (e con sempre meno speranza) si sentono “inutili” in una società, sempre meno solidale, che ti schiaccia se non si persegue la “perfezione” a tutti i costi.

Potrebbe anche interessarti