Grande cuore di Napoli: ogni settimana i volontari consegnano la spesa ai bisognosi

L’emergenza coronavirus ha già messo in ginocchio il fragile equilibrio economico di molte famiglie, specialmente al Sud, dove a causa di disoccupazione e stipendi bassi sono ben pochi i risparmi cui si può attingere per affrontare lo stato di necessità che tutti stiamo vivendo. Sono, così, tanti coloro che hanno bisogno di aiuto per mettere un pasto caldo a tavola. Per fortuna dove non arrivano le istituzioni centrali, arriva la solidarietà di un popolo che è stato abituato dalla storia a fare un fronte compatto per soddisfare i bisogni di tutti, almeno quelli primari.

A Napoli è stata così lanciata un’altra raccolta di generi di prima necessità che saranno distribuiti ai cittadini che ne hanno più bisogno. È un’iniziativa dei volontari di Sii Turista Della Tua Città e della cooperativa sociale Occhi Aperti, che partecipano alla 28esima edizione del campo di solidarietà del centro pastorale Shekinà, con il supporto di padre Massimo Ghezzi, il Quinto Decanato della Chiesa di Napoli e la V Municipalità.

I volontari chiedono l’aiuto di tutti i cittadini per raccogliere generi alimentari come pasta, riso, farina, olio, scatolame, zucchero, conserve e altri prodotti a lunga scadenza; vestiti in buone condizioni (evitare quelli che sono da buttare) e biancheria nuova; detersivi, sapone, shampoo, carta igienica, tovaglioli e articoli per bambini (pannolini, omegeneizzati, ecc). È possibile anche donare beni deperibili come frutta, verdura e carne ma soltanto – per adesso – il venerdì mattina. La merce può essere portata dal lunedì al sabato, dalle ore 10:00 alle 17:00, presso la sede di Shekinà di via San Gennaro ad Antignano 82, al Vomero. Le spese saranno consegnate a chi ne ha bisogno ogni venerdì dalle 10:00 alle 12:00.

Non è necessario essere residenti al Vomero per per donare, sia per ritirare. È sufficiente presentarsi sul posto e mettersi in fila; i volontari penseranno a far rispettare la distanza di sicurezza e le altre norme di comportamento contro il contagio. Per maggiori info si può contattare Sii Turista Della Tua Città con un messaggio su Facebook o su Instagram.

Locandina a cura di Stefania Di Gennaro

Potrebbe anche interessarti