Il “fiume in piena” arriva a piazza Mercato. Concerto per la Terra dei Fuochi

 

concerto per la terra dei fuochi

La sensazione è che sia calato il sipario e soprattutto l’attenzione delle Istituzioni sulla Terra dei Fuochi.

I roghi tossici continuano a bruciare e le persone continuano a morire in una terra che sembra ormai abbandonata a se stessa.

Ancora una volta, mentre le Istituzioni fanno solo propaganda e tante chiacchiere, le persone manifestano.

Tante sono le persone che amano la loro terra e che non hanno intenzione di mollare e di continuare a “bruciare”.

E il “fiume in piena”, che ha attraversato la città di Napoli qualche mese fa, questa volta si sposta in piazza.

Lunedì 14 luglio appuntamento a piazza Mercato, protagonista storicamente della voce del popolo, per un concertone organizzato da molti artisti sensibili a questo tema insieme ad alcuni attivisti quali Raffaele Bruno, Lucio Righetti,Claudio Pellox, Ilaria Ascione e Vincenzo Viglione e dal popolo che vive nella Terra dei Fuochi.

Special guest Patrizio Rispo, sempre in prima linea per la sua terra, e numerosi artisti che hanno aderito all’evento: Marco Zurzolo, Maurizio Capone & BungtBangt,Dario Sansone (foja), Marcello Coleman, Mariotto Maylon, O’Iank Fuossera, Aldolà Chivalà feat. Xangò, La Maschera, Rete co’mar, Enphasy.

Terra-dei-Fuochi-1

Riportiamo dalla pagina facebook dell’evento il seguente messaggio:
Immagina:
non compri la frutta perchè hai paura dei veleni
non mangi mozzarella, per paura della diossina
ogni volta che parcheggi subisci una rapina da 2 a 5 euro
paghi una tassa sui rifiuti per vivere tra rifiuti,
strade che puzzano di urina e fare lo slalom tra le blatte
paghi l’assicurazione auto più alta d’italia
se vuoi andare da un punto A ad un punto B con mezzi pubblici
devi avviarti un era geologica prima
devi mettere nel portafoglio una quantità di soldi
che dipende dall’orario in cui scendi di casa,
ma non troppo pochi sennò il ladro si incazza
devi possedere non l’auto che piace a te
ma quella che non piace ai mariuoli
se ti tozzano con l’auto…scappi, forse è una rapina
se hai un attività commerciale paghi lo stato e paghi l’altro stato
se fai una ristrutturazione paghi lo stato e paghi l’altro stato
vivi in una terra che ha un’ incidenza di malattie spaventosa
ma i politici dicono che è colpa del tuo stile di vita
e per questo ti meriti l’INCENERITORE
cerchi dignità… ti danno biciclettine disegnate e america’s cup
vedi bimbi che sprecano energie a distruggere
cose, persone e se stessi
e si continua a non investire in assistenza sociale ed arte

cerchi libertà
vorresti sentirti “normale”
vorresti che Napoli fosse amata
per la sua straordinaria unicità
e per il suo meraviglioso patrimonio
umano, paesaggistico, culturale e artistico

vedi tutto questo
ogni santo giorno
e ti si allarga una ferita
che ti lacera il cuore.

“La bellezza è la nostra via, la forza è il nostro impegno!” 

Potrebbe anche interessarti