Asfalto rovinato dai petardi in Litoranea e la strada è ancora una pattumiera

via-litoraneaTorre del Greco. “Via Litoranea, da poco rifatto il manto stradale, hanno lanciato in strada i botti di fine anno e guardate il risultato: poi non vi lamentate“. E’ lo sfogo social dell’assessore Domenico Balzano che inaugura il nuovo anno con una durissima critica su Facebook ai residenti del lungomare, colpevoli di aver rovinato il nuovo asfalto della Litoranea con i petardi.

L’assessore della lista Borriello Sindaco posta ben 15 fotografie che ritraggono le condizioni della carreggiata nel primo giorno del 2017: in qualche punto l’asfalto è stato bruciato dai botti, in qualche altro addirittura le strisce pedonali sono state cancellate dai fuochi d’artificio. Fuochi d’artificio che l’amministrazione quest’anno non ha vietato: “C’è già la legge che lo proibisce e il buon senso – prosegue Balzano – Su un asfalto da poco rifatto tra pochi mesi queste buche saranno voragini  con la conseguenza di cadute dai motorini. A chi dice che l’asfalto non è idoneo, rispondo che parla a vuoto: gli esperti del settore hanno detto che l’asfalto drenante è il migliore“.

Ma le polemiche sul lungomare non finiscono qui: i residenti protestano per la mancata raccolta dei rifiuti. Il servizio di prelievo della spazzatura si è interrotto durante la prima notte dell’anno, almeno a giudicare dal tappeto di immondizia rimasto a terra nel quartiere.

3

Residui di botti ma anche sacchetti di spazzatura e rifiuti di vario genere si sono così accumulati sui marciapiedi della zona mare, sommersa anche questa mattina. “Non raccolgono la spazzatura da due giorni”, tuona una residente della zona. “Siamo cittadini di serie B, il quartiere è in preda al degrado”.

4

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più