Al Cafè Street 45 il Don Chisciotte in napoletano: Cervantes parla in dialetto

Torre del Greco. Un don Chisciotte moderno, anzi modernissimo, che parla il dialetto napoletano, che affronta i temi del bullismo e della violenza sulle donne, che maledice la cattiva politica e che lotta contro un nuovo tipo di mulini a vento. Al Cafè Street 45 di Torre del Greco va in scena lo spettacolo “Don Quijote”, rivisitazione del celebre romanzo di Miguel de Cervantes in chiave grottesca a cura del Polo Artistico Torrese.

Il protagonista della storia è Domenico, un professore napoletano appassionato di romanzi cavallereschi: rapito dal mito di don Chisciotte, l’insegnante finisce in un mondo fantastico fatto di cavalieri erranti, damigelle da salvare, maghi incantatori e nemici da sconfiggere. Nel suo viaggio attraverso i mali della società sarà accompagnato da Alfredo, venditore ambulante inizialmente cinico e convinto che sia impossibile cambiare le cose. Avrà ragione Alfredo? Il nostro eroe riuscirà a sconfiggere i mali del mondo o soccomberà alla violenza e alla mala politica?

“Abbiamo usato il romanzo di Cervantes per affrontare alcuni temi come la violenza sulle donne, la cattiva politica e il bullismo – spiega il regista Silvio Fornacetti –  Entrate insieme a Domenico e Alfredo, novelli Don Chisciotte e Sancho Panza, all’interno di questo mondo straordinario, e combattete al loro fianco per difendere i deboli e riparare i torti, e far sì che la giustizia finalmente trionfi”.

Nel cast ci sono Francesco Rivieccio, Silvio Fornacetti, Cira Sorrentino, Giovanni Meola; gli autori sono Silvio Fornacetti (anche regista) e Francesco Rivieccio. Dalle 21.30 ci sarà il dj set after show di Angelo Magliulo. L’appuntamento è al Cafè Street 45 di via Alcide De Gasperi 127 a Torre del Greco per giovedì 2 febbraio dalle ore 20.

Info e prenotazioni:

cafestreet45@gmail.com

fabioferrarotorredelgreco@hotmail.it
3402537744 – 3209763771

Potrebbe anche interessarti