Turris, Colantonio: “Voglio uno stadio degno per Torre del Greco. Sul futuro…”

Vittoria sofferta, ma conquistata con volontà e tanta determinazione. Il gol a freddo nel secondo tempo siglato da Volpicelli aveva fatto vedere le streghe al pubblico del Liguori. Poi, la rimonta firmata Improta-Roghi. Tre punti pesantissimi quelli conquistati dalla Turris contro il Francavilla. Un passo ulteriore verso una salvezza che resta ancora da conquistare.

Soddisfatto per la vittoria e per il carattere mostrato dalla sua squadra, il presidente corallino Antonio Colantonio: “Questo è il tipo di carattere che mi aspetto da questa squadra. Ai ragazzi, prima della gara, ho detto che mi avrebbero dovuto mostrare questa determinazione in campo. E così è stato. Una vittoria ottenuta col cuore, una remuntada fantastica. L’importante è stato aver portato i 3 punti a casa“.

Prosegue: “Salvezza? C’era un certo Boskov che diceva che la partita finisce quando l’arbitro fischia. La salvezza sarà raggiunta quando sarà passata anche l’ultima giornata, mai abbassare la guardia finché non si arriva alla meta. Il prossimo anno? Avremo la possibilità di iniziare molto prima per creare una squadra competitiva“.

Sullo stadio e la prossima stagione: “Io ho detto che in 3 anni cercheremo di raggiungere un obiettivo più importante della salvezza, ma ci sono anche altri progetti in cantiere. Ne ho parlato anche nei giorni scorsi, come sapete. Ho in mente il progetto di un nuovo stadio, che vorrei fare per questa città. E spero che avremo la possibilità giusta per crearlo stadio. Allestire non solo squadra competitiva, ma anche un impianto degno per questa città“.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più