Tornano i “carricielli” dell’Immacolata: dove e quando vederli

Torre del Greco – Come ogni anno, con la Festa dell’Immacolata e la tradizione del carro torna anche quella dei carricielli. Dopo la tradizionale girata del 7 Dicembre ore 14:00 del carro in Basilica, ecco gli appuntamenti del mondo dei carri in miniatura:
– ore 15:00: Girata Carri del Laboratorio in Via Vincenzo Romano e a seguire del carro Silvio Pernice / S. Di Lecce nella chiesa dell’ Assunta;
– ore 17 :00: Girata Carri dei Portoni di Vico Abolito Monte con recita del Santo Rosario.

A seguire alle ore 19:00, i Luna Janara tra canti della tradizione e tammorre gireranno tra le sedi dei carricielli per radunarli in processione fino all’esposizione in Piazza Santa Croce prevista per le ore 20:00.

Anche quest’anno a Torre del Greco, come è sempre stato e sempre sarà, lo sciame dei tradizionali “carricelli” al seguito del carro trionfale dell’Immacolata risponde alla spontanea e devozionale chiamata ad accorrere al manto della nostra madre celeste, nel rinnovo del voto di protezione della processione dell’ 8 Dicembre che dal 1861 e l’anno a seguire porta sulle spalle e nei cuori dei Torresi l’effigie della amatissima patrona.

Sui passi della storia e della tradizione è facile scorgere l’entusiasmo dei tradizionali “portoni” che accolgono decine di giovani intenti a dare gli ultimi ritocchi alle loro personali macchine da festa. Così il voto si rinnova, le signore orgogliose stendono le loro coperte più belle per sostenere tra fede, devozione e tradizione lo scintillio delle carte dorate, gli spilli da paratori in erba, le maestranze giovanili così fedeli alla storica arte tramandata da generazioni.

Nel primo vico Abolito Monte la maestra d’arte Imma Madonna, responsabile dal 2011 dell’ innovativo “carriciello femminile”, aprifila della presenza del gentil sesso al seguito del carro trionfale, ha raccolto con grande orgoglio la maturità degli ex ragazzi del laboratorio di Piazza Santa Croce ormai giovani autonomi e autodeterminati.

Capaci nel completo autofinanziamento di sviluppare un carro di ben 4 metri, finemente decorato, dedicato alla Santificazione del Parroco Santo Vincenzo Romano : Aniello Vitiello, Raimondo Barone, Pasquale de Luca, Vincenzo Borriello, Vincenzo Buonocore e Giovanni Panariello hanno realizzato una maestosa torre saracena che si erge a castelletto, su cui è poggiata la statua della Beata Vergine Maria, concedendo al lato posteriore l’apoteosi della gloria della canonizzazione, nel risalto di elementi figurativi laterali rappresentanti le fasi salienti della vita e dell’apostolato di Vincenzo Romano riportati a carboncino su disegno, tra dettagli decorativi fedeli alla tradizione ebanistica.

La bravura nella realizzazione, la cura dei dettagli della tradizionale paratura fanno di quest’ opera una miniatura solo per le dimensioni.

A pochi metri di distanza,in piazzetta Via Teatro, altro portone e altri “carricielli” : questa volta le artigiane e materne mani della maestra Madonna si prestano a sostegno delle nuove generazioni, coordinando Pasquale Napoletano, Francesco Serpe, Ciro Montella, Ciro Pellegrino e Fabrizio Gaudio che hanno realizzato con l’ entusiasmo solito dei bambini il loro personale tributo all’Immacolata, tra un Campanile in miniatura e la gloria della canonizzazione di Vincenzo Romano insieme a Giusiana Garofalo, giovane carrista alla sua prima realizzazione in miniatura condotta magistralmente.

Arrivando in Piazza Santa Croce, nel locale concesso gratuitamente dal Comune di Torre del Greco alla Basilica , il laboratorio autogestito dagli storici operatori parrocchiali capitanati da Giovanni Mazza dell’ Ex Uco Assunta , storica sede che ben 30 anni ha realizzato concorsi, mostre e laboratori dedicati ai carri in miniatura, apre lo scorcio di due capolavori:
-“Maria regina dei cieli” con progetto e realizzazione di Antonino Scognamiglio e Andrea Vannuccini : l’ Incoronazione di Maria è l’ elemento centrale dell’ opera, con una grande corona finemente realizzata sul lato anteriore mentre il posteriore riporta la miniatura del Campanile della Basilica di Santa Croce, nel ricordo dell’ eruzione del Vesuvio del 1794 e dell’ opera di Vincenzo Romano nella ricostruzione spirituale e muraria della città, tra laterali che si innalzano a dimensioni ciclopiche per incardinare in modo stilizzato la maestosità della Parrocchia di Santa Croce e del progetto ambizioso di Vincenzo Romano;
-“Fate bene il Bene” con progetto di Balzano Jeosemar e Donnaruma Davide e realizzazione di Nunzio Abruzzese, Antonio Garofalo, Gabriele di Cristo e Saverio Fildi : la miniatura della parrocchia di Santa Croce è l’ elemento prepotente di una miniatura carristica che ricalca fedelmente le tecniche tradizionali della paratura del carro, tra l’ esaltazione della figura di Vincenzo Romano e elementi decorativi della tradizione mariana.

Scendendo Via Comizi, in una storica chiesa limitrofa, la maturità dell’ arte ebanistica combina il tripudio di un carro in miniatura, anche questa volta e anche quest’ anno solo per le dimensioni in scala: il maestro d’ arte Silvio Pernice, storico realizzatore del carricello nel portone di Via Gradoni e Canali, dove già l’attore teatrale e cinematografico torrese Elio Polimeno, promotore dei carri da portoni, amava sottolinearne la valenza storica per la location, insieme al maestro Salvatore Di Lecce, erede di “Cianella”, il veterano primo realizzatore del tradizionale carricello nella cappelletta privata a ridosso di Palazzo Baronale, di cui il maestro Di Lecce giovanissimo ne ereditò la base per i suoi primi carri realizzati nella Chiesa dell’Assunta, uniscono le loro personali maestranze a sostegno di un progetto maestoso che insieme agli altri carri comporra’ lo sciame dei carricielli al seguito del carro trionfale.

Dopo la tradizionale girata del 7 Dicembre ore 14:00 del carro in Basilica, ecco gli appuntamenti del mondo dei carri in miniatura :
– ore 15:00: Girata Carri del Laboratorio in Via Vincenzo Romano e a seguire del carro Silvio Pernice / S. Di Lecce nella chiesa dell’ Assunta;
– ore 17 :00: Girata Carri dei Portoni di Vico Abolito Monte con recita del Santo Rosario.

A seguire alle ore 19:00, i Luna Janara tra canti della tradizione e tammorre gireranno tra le sedi dei carricielli per radunarli in processione fino all’esposizione in Piazza Santa Croce prevista per le ore 20:00.

Così è stato e sempre sarà : tra fede, tradizione e devozione.

Il coordinamento autonomo dei carri in miniatura Immacolata 2018, Torre del Greco.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più