Torre del Greco, due nuovi contagi da coronavirus: il bollettino del 27 marzo

Stanno a casa i due nuovi casi di contagio da COVID- 19, a Torre del Greco. È quanto comunicato dal Centro Operativo Comunale, presieduto dal sindaco Giovanni Palomba e riunito in seduta permanente – per il ventiduesimo giorno consecutivo – a Palazzo Baronale.

Sono così, complessivamente, 43 i cittadini positivi certificatial netto dei decessi registrati negli ultimi giorni – dalle preposte Autorità della locale Azienda Sanitaria ASL Na3 Sud e comunicati, nel corso dell’aggiornamento serale, al team operativo del C.O.C..

Si segnala, altresì, che 20 restano i soggetti ospedalizzati, mentre salgono a 23 quelli in isolamento presso la propria abitazione. Resta, tuttavia, l’attesa dei riscontri dei tamponi, già praticati nei giorni scorsi, e i cui esiti sono previsti soltanto nelle prossime ore.

LEGGI ANCHE
Campania, salgono ancora i contagi: oggi 170 nuovi positivi

Una nuova giornata, anche, di sanificazione stradale – effettuata con personale e mezzi dell’Ente – che proseguirà, anche, nei prossimi giorni sull’intero territorio comunale secondo una precisa calendarizzazione delle aree urbane, operata dall’Ufficio al Verde Pubblico, coordinato dalla Dirigente Claudia Sacco.

“Lavoriamo per la nostra collettività – dichiara il sindaco, Giovanni Palomba. Ho incontrato, con piacere, il dottore Vincenzo Schiavo, consigliere dell’Ordine dei Medici di Napoli e Provincia a cui ho espresso a nome della città di Torre del Greco il plauso ed il ringraziamento per l’impegno profuso, quotidianamente, dall’intera categoria dei medici di base, non senza difficoltà, a tutela della salute di tutti. Domani, alle 16.30 saremo insieme per una diretta web di informazione ai cittadini sulle buone abitudini da adottare in questo particolare momento di emergenza sanitaria per contrastare la diffusione del contagio. Continua, inoltre, grazie al contributo prezioso delle Forze dell’Ordine, l’assistenza alla cittadinanza per consentire di praticare con regolarità, e, in sicurezza gli uffici postali, in questi giorni di maggiore affluenza. Non scoraggiamoci. Uniti ce la faremo”.

Potrebbe anche interessarti