AEC continua la sua battaglia ecologica: ripulita un’altra zona di Torre del Greco

Domenica 5 settembre, AEC è riuscita a ripulire un’altra zona della città di Torre del Greco. Dopo la passeggiata porto scala e Piazza della Repubblica, detta “Vesuviana”, l’Associazione Eco Culturale della cittadina napoletana ha riqualificato e ri-abbellito l’area compresa tra la fermata vesuviana di Leopardi e la zona del Buon Consiglio.

Uno degli obiettivi di AEC è far rinascere proprio gli spazi storici di Torre del Greco, da tempo abbandonati non solo dal Comune, ma anche dalla comunità torrese. La loro battaglia, che è anche una potente denuncia, sta coinvolgendo sempre più giovani, che hanno al cuore il futuro della loro città.

La terza tappa del progetto ha toccato la zona di Leopardi, molto famosa, che porta proprio il nome di uno dei più grandi scrittori e poeti dell’Ottocento. Aiuole e strade sono state ripulite dalla giovane associazione, piantando piante dove prima c’erano rifiuti.

In molti, durante la riqualifica di Leopardi, si sono fermati ad osservare i volontari, attratti anche dalla locandina creata per l’evento dal giovane Gennaro Autiero. Un manifesto dedicato non solo alla figura di Leopardi, ma anche allo sterminator Vesevo, fenomeno vulcanico decantato ne “La Ginestra”.

Autiero, ha ripreso anche un’altra zona della città, chiamata via Lava Troia. Non solo ecostonostebilità, ma anche tanta cultura: di questo si fanno portavoci i giovani di AEC. Ad ora si aspetta di sapere solo quale sarà il prossimo evento. Per maggiori informazioni è possibile contattare: aec.torredelgreco@gmail.com.