Turris, Santosuosso: “Oggi dimostrazione di forza. Ma dobbiamo ancora soffrire tanto…”

 

santosuosso

Al termine del match tra Turris ed Isola di Procida, mister Santosuosso si è concesso ai giornalisti presenti oggi al Liguori. Un Santosuosso che non usa giri di parole nel definire questa vittoria Una dimostrazione di forza. Nel primo tempo abbiamo avuto 7 o 8 palle gol, dominando ampiamente la gara. Siamo riusciti a battere una squadra ben organizzata, di categoria, tosta – spiega Santosuosso – E non solo li abbiamo battuti, ma abbiamo strameritato di vincere la partita. Il primo tempo abbiamo comandato il gioco, senza però segnare. Ma paradossalmente abbiamo segnato ad inizio secondo tempo, proprio in un momento dove non avevamo avuto il giusto approccio : questo è il calcio.”
Dopo il gol però, la Turris si è definitivamente sbloccata, come spiega il mister: “Abbiamo poi legittimato il vantaggio con il secondo gol, e sfiorando in più occasioni il terzo. Gli Under? oggi sono andati molto meglio, dimostrazione che vengono fatti crescere bene: Cigliano oggi è andato alla grande, Garello a sinistra è una garanzia. Soprattutto Cigliano oggi ha ben figurato davanti a questo pubblico, nonostante sia ancora giovanissimo. Domenica ha sbagliato una partita, ma oggi si è riscattato: diamogli tempo. La Montagna sta dimostrando sul campo di essere in crescita e ad oggi mi da più garanzie”.
Il campionato è ancora lungo ed insidioso, ma Santosuosso sembra avere la ricetta giusta per vincerlo: “Bisogna far conto dei giovani, cercare di prendere meno gol possibile, giocare almeno 24 partite ad alto livello e vincerne almeno 10 in trasferta. Da questi numeri non si può prescindere: solo così vinceremo il campionato”.
Uno sguardo però anche alle avversarie, in particolare alla Sibilla, che la Turris è riuscita a battere proprio alla prima giornata: “Oggi ha vinto fuori casa, a dimostrazione della forza di questa squadra. Hanno comprato anche degli ottimi elementi. Ma in generale ci sono almeno 6 squadre imbottite di giocatori importanti, bravi, di categoria. Forse qualche squadra non avrà un De Carlo come noi, ma ha sicuramente dei calciatori importanti, che conoscono benissimo la categoria”.
Con questa vittoria la Turris comanda la classifica, ma Santosuosso smorza sul nascere gli entusiasmi:La classifica? E’ prematuro guardarla, pensiamo soltanto alla prossima partita. Noi dobbiamo fare il nostro, e cercare di vincerle tutte, non pensiamo agli altri. Questo è un campionato lungo. Ho ribadito che lo vinceremo, ma dobbiamo prima soffrire: chiunque ci affronterà, giocherà con 10 uomini dietro la lina della palla. “

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più