De Magistris: “I 5 Stelle hanno tradito il popolo, rivoluzionari con i like”

Napoli – Il sindaco di Napoli Luigi De Magistris si è lasciato andare in un duro attacco contro il Movimento 5 Stelle ed i suoi rappresentanti al Governo. Nelle dichiarazioni riportate dal Corriere del Mezzogiorno accusa: “Quando in politica si tradisce, il popolo non perdona soprattutto quando si parla di cose che hanno a che fare con la pelle della gente come il gasdotto in Puglia, il terzo valico tra Liguria e Piemonte, la Tav, l’Ilva.”

“Sono tutte vicende – spiega il primo cittadino – su cui in campagna elettorale il M5S aveva detto mai più conflitto tra diritto al lavoro e salute e invece oggi c’è continuità con quanto fatto da Calenda. Quando si va al nodo del governo ci si rende conto della differenza tra chi sa coniugare rivoluzione, rottura del sistema e affidabilità e chi fa solo il rivoluzionario in campagna elettorale o a parole o con i like.”

“La rivoluzione si fa anche con il diritto – afferma De Magistris – e il cambiamento non si misura a parole ma con i fatti come stiamo facendo qui a Napoli dove non abbiamo tradito e dove andiamo avanti senza soldi, con un debito ingiusto, con l’ostilità di governi nazionali e regionali. La nostra è un’attività di resilienza e resistenza ma ora anche di contrattacco. Napoli non è una roccaforte isolata e può diventare laboratorio diffusivo e di contagio democratico”.

Il sindaco offre anche un’apertura per gli elettori pentastellati delusi: “Per quanto ci riguarda il dialogo è il sale della democrazia e noi siamo interessati a dialogare con chi ha votato per il cambiamento, per rompere il sistema ma che oggi si ritrova a braccetto con Salvini. Questa alleanza non credo fosse intenzione degli elettori né dei parlamentari. Oggi è un momento complicato ma si può tracciare la strada per costruire l’alternativa”.

Potrebbe anche interessarti