Napoli, boss arrestato a Forcella. Ritrovate armi e droga

ScreenHunter_04 Dec. 04 09.44

Un boss arrestato a Napoli, nel quartiere Forcella. Si tratta di Salvatore Savarese. A riferirlo è il Ilmattino.it. Savarese, 60 anni, è stato trovato in una riunione in vicoletto Zuroli insieme ad altri pregiudicati violando di fatto gli obblighi alla sorveglianza speciale a cui il malvivente era sottoposto. I carabinieri della compagnia Stella hanno anche denunciato un 50enne, anche lui volto già noto alle forze dell’ordine, mentre era in compagnia di Savarese. Le forze dell’ordine dopo hanno poi messo al setaccio la zona controllando i locali vicini al condominio nel quale si stava tenendo il summit tra i pregiudicati.

E in un vano ascensore è stato ritrovato un vero e proprio arsenale da guerra: 1 fucile calibro 12 a canne mozze, 9 cartucce calibro 12, 5 cartucce calibro 9, 5 cartucce calibro 7.65. Ed ancora, 93 grammi di marijuana, divisa in 94 confezioni e 110 grammi di cocaina, contenuti in 2 involucri. Savarese è ritenuto un elemento di spicco dell’omonimo clan operante di recente nel rione Sanità per il controllo della zona. La sua cattura e la denuncia nei confronti di un altro soggetto costituiscono certamente un grande successo per le forze dell’ordine. Savarese, detto “Il Padrino”, è famoso per aver condiviso il carcere con Totò Riina. Era uscito dal carcere soltanto lo scorso maggio dopo essere stato assolto in appello per l’omicidio di Luigi Sgueglia.

Potrebbe anche interessarti