Ambiente, Caserta è la città più green della Campania: surclassate Napoli e Salerno

piazza dante caserta
Piazza Dante a Caserta. Screenshot da Google Maps

Caserta è il capoluogo più green della Campania. Il rapporto Ecosistema Urbano di Legambiente e Ambiente Italia piazza la città al 67esimo posto, che fa leggermente meglio di Avellino che risulta al 69esimo posto. Benevento è risultata essere 76esima, molto più in giù Napoli e Salerno che sono rispettivamente nelle posizioni 92 e 99 nella classifica delle 105 città italiane considerate. Negli ultimi sei anni Caserta ha guadagnato ben 34 posizioni (era 101esima nel 2016), risultato che speriamo possa essere replicato e migliorato da tutti gli altri quattro capoluoghi campani.

Ecosistema-Urbano-2022-classifica

Caserta è la città più green della Campania: il rapporto Ecosistema Urbano di Legambiente

Il rapporto Ecosistema Urbano valuta le performance ambientali delle città italiane e prende in considerazione 18 parametri secondo cinque macroaree: aria, acqua, rifiuti, mobilità, ambiente. A livello nazionale il report mostra città in grave difficoltà dopo la pandemia: sono infatti aumentati lo smog, il traffico ed i rifiuti prodotti. Secondo Legambiente è “fondamentale accelerare la transizione ecologica urbana”, mentre tra i capoluoghi sono “pochi quelli che sono riusciti a fare la differenza puntando, davvero, sulla sostenibilità ambientale”. Un quadro che penalizza soprattutto il Sud: la transizione ecologica passa infatti attraverso gli investimenti e le risorse economiche, ancora estremamente scarse nonostante i fondi (ancora teorici) del PNRR. Servono infatti parecchi soldi per ridurre le perdite idriche, costruire piste ciclabili, creare una rete efficiente di trasporto pubblico, acquistare mezzi a basse emissioni, dare ai cittadini l’opportunità di acquistare o noleggiare veicoli a basse emissioni e così via.

Un balzo in avanti pazzesco in sei anni

Tornando in Campania, è interessante soffermarsi sulla performance di Caserta che in sei anni ha migliorato nettamente la propria posizione: dal 101esimo posto del 2016 è passata al 67esimo del 2021, ossia dal punteggio del 31,1% al 49,6%. “Un salto in avanti straordinario” – commenta l’amministrazione comunale.

A pesare sul risultato casertano vi sono degli indicatori particolarmente favorevoli. La città è al quarto posto in Italia per il minor numero di vittime della strada (morti e feriti ogni 1000 abitanti) nel settore mobilità, è al 24esimo posto per la concentrazione media di biossido di azoto nell’aria, è al 34esimo posto per passeggeri trasporto pubblico (l’indicatore valuta il numero di viaggi per abitante all’anno) ed è al 38esimo posto per tasso di motorizzazione (auto circolanti ogni 100 abitanti), sempre nel comparto mobilità.


Potrebbe anche interessarti