Napoli, manca personale in ristoranti e hotel: Comune verso nuove opportunità lavorative

La forte ripresa del turismo a Napoli si accompagna ad una carenza di lavoratori del settore turistico e alberghiero spingendo il Comune ad attivarsi favorendo nuove opportunità lavorative, accogliendo il grido di allarme delle associazioni di categoria.

Napoli, carenza lavoratori del settore turistico: interviene il Comune

Su iniziativa del prefetto di Napoli, Claudio Palomba, e dell’assessore al lavoro, Chiara Marciani, nei giorni scorsi si è svolto un incontro con i rappresentanti delle associazioni datoriali Confcommercio, Confesercenti, Unione degli Industriali e ANPAL Servizi per discutere delle criticità di settore.

L’iniziativa prende le mosse dalla difficoltà di reperire personale da impiegare in alberghi, b&b, ristoranti, stabilimenti balneari e simili. Sul territorio regionale, infatti, pesa sempre più la carenza di stagionali e in particolare a Napoli si contano circa 6.000 risorse in meno.

Di qui l’impegno del Comune nel favorire nuove opportunità lavorative percorrendo ogni possibile soluzione che favorisca l’incrocio di domanda e offerta di lavoro attraverso azioni di breve, medio e lungo periodo. Tra queste il coordinamento tra gli attori pubblici coinvolti e le organizzazioni di rappresentanza, l’avvio di momenti formativi e informativi, la promozione di percorsi didattici dedicati, interventi normativi che rendano più efficaci le misure di politiche attive.

“E’ importante sottolineare la disponibilità a favorire l’avvicinamento al mondo del lavoro specialmente dei soggetti fragili e svantaggiati, attingendo da tutti i canali formali quali i centri per l’impiego, le agenzie per il lavoro, le scuole, le università ed il servizio sociale professionale” – ha spiegato l’assessore Marciani.

“Ricordo che il Comune di Napoli è autorizzato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali a svolgere attività di intermediazione. In ogni caso massimo deve essere lo sforzo collettivo per la diffusione della cultura del lavoro regolare e della coscienza dei diritti del lavoro. L’obiettivo della cabina di regia è dare una risposta concreta al settore turistico favorendo al contempo serie opportunità lavorative” – ha concluso.

All’incontro erano presenti: per Confcommercio Napoli la presidente Carla della Corte; i presidenti di Federalberghi, Giuseppe Porcelli e della FIPE (Federazione italiana pubblici esercizi) Massimo Di Porzio; il presidente di Confesercenti Napoli, Vincenzo Schiavo; per l’Unione degli Industriali di Napoli, la delegata del Presidente per il settore turismo, Gianna Mazzarella e, per ANPAL Servizi il direttore dell’Area Sud ionica, Michele Raccuglia.

Potrebbe anche interessarti