Napoli, ordinanza di Manfredi: strade chiuse al traffico e divieto di sosta il 16 e il 17 giugno, quali sono

ordinanza strade chiuseIn occasione della Conferenza dei Ministri della Cultura della regione Euro-Mediterranea che si svolgerà il 16 e il 17 giugno a Napoli, come annunciato dal Ministro Franceschini, il sindaco di Napoli ha deciso di emanare un’ordinanza per chiudere al traffico alcune strade interessate della manifestazione.

ORDINANZA DI MANFREDI PER LA CONFERENZA DEI MINISTRI: STRADE CHIUSE

È stato quindi istituito un particolare dispositivo temporaneo di circolazione per i giorni di giovedì 16 e venerdì 17 giugno 2022. Come si può leggere nell’ordinanza, premesso che:

i giorni 16 e 17 giugno 2022 è previsto a Napoli lo svolgimento della Conferenza dei Ministri della Cultura della regione Euro-Mediterranea, connesso alla Ministeriale Cultura del Partenariato UE- Vicinato Meridionale;
in previsione dell’evento, sono stati fatti una serie di incontro presso la Prefettura e la Questura di Napoli; in particolare, in data 9 giugno 2022, in modalità telematica, la Questura di Napoli – Ufficio di Gabinetto – ha convocato un’apposita riunione tecnica per la gestione dell’evento;

in data 10 giugno 2022, si è tenuto un apposito Comitato presso la Prefettura di Napoli per tutti gli aspetti connessi al citato evento;
in pari data, con nota del 10/06/2022 (PG/2022/454390 del 10/06/2022), l’Ufficio di Gabinetto della Questura di Napoli ha comunicato le esigenze connesse alla gestione della viabilità, logistica e sicurezza dell’evento, chiedendo di adottare precisi provvedimenti, ai fini del miglior disimpegno dei servizi di ordine e sicurezza pubblica, come riportati nella parte ordinativa del presente atto.
Letti:
la nota del 10/06/2022 della Questura di Napoli – Ufficio di Gabinetto (PG/2022/454390), Ritenuto che a seguito di quanto esposto si debbano adottare i provvedimenti indicati nella parte dispositiva del
presente atto;

ORDINA

il D.Lgs. 30 aprile 1992 n. 285 e s.m.i., Nuovo codice della strada;
Il DPR 16 dicembre 1992 n. 495 e s.m.i., Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice
della strada;
il D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli Enti Locali.
A) il divieto di fermata e sosta con rimozione forzata, dalle ore 22:00 del giorno 15/06/2022 a fine cessate esigenze del giorno 17/06/2022 nelle seguenti aree e strade:
1. piazza Trieste e Trento:
a) stalli parcheggio per motocicli/motoveicoli antistanti l’area pedonale tra il Teatro San Carlo e
Palazzo Reale;
b) area pedonale tra il Teatro San Carlo e Palazzo Reale (cd ansa San Carlo);
2. via San Carlo;
3. via Riccardo Filangieri di Candida Gonzaga;
4. via Vittorio Emanuele III;
5. via Ammiraglio Ferdinando Acton, dall’intersezione con via Riccardo Filangieri di Candida Gonzaga a
quella con via Cesario Console;
6. piazzetta Carolina;
7. via Gennaro Serra;
8. via Cesario Console;
9. via Nazario Sauro;
10. rampe Paggeria.
B) Sospensione:
1. dalle ore 00:01 del giorno 16/06/2022 a fine cessate esigenze del giorno 17/06/2022, delle aree di parcheggio per il trasporto pubblico non di linea (taxi):
a) in piazza Carolina;
b) via San Carlo;
c) via Santa Lucia, angolo via Partenope;
2. dalle ore 00:01 del giorno 16/06/2022 a fine cessate esigenze del giorno 17/06/2022, area di parcheggio
degli spalti del Maschio Angioino, eccetto che per i veicoli degli autorizzati.
C) Il divieto di transito veicolare, dalle ore 7:00 del 16/06/2022 a fine cessate esigenze dello stesso giorno e dalle ore 7:00 del 17/06/2022 a fine cessate esigenze dello stesso giorno, nelle seguenti strade:
1. via Gennaro Serra, dall’intersezione con piazza Santa Maria degli Angeli a quelle con piazza Carolina;
2. via Giovanni Nicotera, da via Santa Teresella degli Spagnoli a piazza Santa Maria degli Angeli, eccetto i veicoli dei residenti diretti ai passi carrai e alle traverse confluenti il suddetto tratto e i veicoli dei
residenti della zona di Monte di Dio;
3. piazza del Plebiscito, carreggiata antistante l’edificio della Prefettura.
D) Il giorno 17/06/2022, dalle ore 12:00 e fino a cessate esigenze, il senso unico alternato in via Giovanni Nicotera, da via Santa Teresella degli Spagnoli a piazza Santa Maria degli Angeli;
E) il divieto di transito pedonale, dalle ore 00:01 del giorno 16/06/2022 a fino cessate esigenze del giorno 17/06/2022:
1. sulle scale di collegamento di via Ammiraglio Ferdinando Acton con via Cesario Console;
2. piazza del Plebiscito, ad eccezione degli autorizzati.
F) Il divieto di fermata e il divieto di sosta con rimozione forzata, dalle ore 00:01 del giorno 16/06/2022 a fine cessate esigenze del giorno 17/06/2022 in via Partenope e via Chiatamone, intero perimetro del Grand Hotel Vesuvio.
Ogni altra ordinanza in contrasto con la presente deve intendersi sospesa. Per tutta la validità del presente provvedimento, i possessori di posto H personalizzato e i Residenti, possessori di permesso di sosta nei settori a tariffa senza custodia interessati dai divieti di sosta con rimozione coatta, sono autorizzati a sostare nei settori adiacenti a quelli interessati dai divieti.
Per particolari esigenze di Ordine Pubblico il Servizio Autonomo Polizia Locale è autorizzato ad adottare ogni altro provvedimento di carattere contingente che si ritenga necessario per la disciplina e la sicurezza della circolazione veicolare e pedonale e potrà adottare tutti i necessari accorgimenti qualora se ne presentasse l’opportunità nonché a modificare l’orario di attivazione della presente Ordinanza Dirigenziale, in coordinamento con le altre forze dell’Ordine, a secondo delle esigenze del traffico veicolare/pedonale e delle esigenze di sicurezza.
Il Servizio Autonomo di Polizia Locale è incaricato di vigilare, unitamente a tutti gli altri Agenti della Forza Pubblica previsti dall’art. 12 del D.LGS 30/04/1992 n°285, per l’esatta osservanza della presente Ordinanza.
A norma dell’art.3 comma 4 della legge 241/1990, avverso la presente Ordinanza, chiunque abbia interesse potrà ricorrere, entro sessanta giorni dalla sua pubblicazione, al Tribunale Amministrativo Regionale, ovvero entro centoventi giorni dalla pubblicazione, al Capo dello Stato.
Ai sensi dell’art. 37 del C.d.S., D.Lgs. 285/92, avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso, da chi abbia interesse all’apposizione della segnaletica, al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, entro sessanta giorni dalla pubblicazione, con le formalità stabilite dall’art. 74 del Regolamento di Esecuzione D.P.R. 495/92.
Il Servizio Autonomo Polizia Locale è autorizzato ad adottare ogni altro provvedimento di carattere contingente che si ritenga necessario per la disciplina e la sicurezza della circolazione veicolare e pedonale qualora se ne rendesse la necessità.

Potrebbe anche interessarti