La Lega va malissimo a Napoli e in tutto il Sud, i dati del disastro di Salvini

Lega – Matteo Salvini

Se la coalizione di centro destra ha vinto anche al Sud e il Movimento Cinque Stelle è il primo partito del Meridione, la Lega da sola ha portato a casa una manciata di voti.

La Lega va malissimo a Napoli e al Sud

A Napoli il partito guidato da Matteo Salvini ha totalizzato il 2,88% di preferenze a fronte del 13,85% di Fratelli d’Italia. Mentre il Movimento 5 Stelle oltre il 40%. In Campania ha ottenuto il 6,04%.

Anche nelle altre regioni del sud Italia la Lega non è andata meglio. In Puglia la Lega ha avuto il 5,29%, in Basilicata l’8,82%, in Calabria il 5,80%, in Sardegna il 6,47% e in Sicilia 1 5,39 e Sicilia 2 il 4,41%.

M5S partito del Sud

Il Movimento 5 Stelle è il partito del sud. Se Fratelli d’Italia e la sua leader Giorgia Meloni vincono le elezioni, il Movimento 5 Stelle ottiene un buon risultato: è il terzo partito d’Italia dopo Fratelli d’Italia e Pd e il primo al sud.

A Napoli, al momento, ha stravinto con il 41,44% seguito dalle coalizioni di centro destra (26,90%) e centro sinistra (21,56%). Nel resto della Campania (esclusa Napoli e provincia) il M5S ha raggiunto il 27,70%, e arriva dopo il centro destra (38,27%). La coalizione di centro sinistra ha ottenuto il 22,25% in Campania.

Abbiamo compiuto una grande rimonta contro ogni pronostico: i cittadini hanno riconosciuto tutta la forza delle nostre proposte.
Con questa sciagurata legge elettorale il centrodestra è maggioranza in Parlamento, ma non nel Paese. La nostra sarà un’opposizione intransigente. Saremo l’avamposto per l’agenda progressista contro le disuguaglianze, a protezione delle famiglie e delle imprese in difficoltà, a difesa dei diritti e dei valori della nostra Costituzione. Sentiamo tutto il peso della fiducia che ci avete dato, non la tradiremo mai“. Queste le parole del capo politico del M5S Giuseppe Conte.


Risultati Elezioni Politiche 2022. I dati delle coalizioni

La coalizione a guida Fratelli d’Italia si attesta intorno ad una percentuale del 44% per entrambi i rami del Parlamento. Segue il centrosinistra con il 26,48% alla Camera e al 26,25% al Senato. Dietro il Movimento 5 Stelle al 15%. Il Terzo Polo di Calenda e Renzi non va oltre il 17% sia in Senato che alla Camera. Male decisamente la lista dell’ex sindaco di Napoli, Luigi De Magistris. Sia alla Camera che al Senato non arriva al 2%.

Potrebbe anche interessarti