Napoli, non accetta la fine della relazione con l’ex: prima la minaccia con un coltello poi le dà una testata

ex testata
Violenza su donne – foto di repertorio

Ancora un episodio di violenza che riguarda un uomo che non accetta la fine della storia d’amore e si vuole vendicare della sua ex. La donna è stata prima minacciata di morte e poi colpita con una testata. Tutto è accaduto a Napoli e per fortuna il suo ex è stato fermato dalle forze dell’ordine.

Napoli, non accetta la fine della relazione con l’ex: la minaccia e le dà una testata

Sono i Carabinieri della compagnia Napoli centro ad aver arrestato per atti persecutori e lesioni aggravate un 34enne originario dello Sri Lanka. L’uomo non accettava la fine della relazione con la sua ex fidanzata, sua connazionale e di dieci anni più giovane. Da luglio scorso il 34enne minacciava di morte telefonicamente la vittima e la seguiva fino a presentarsi più volte sotto casa sua.

Nel primo pomeriggio l’ultimo episodio. L’uomo è nella zona Porto e si presenta negli uffici dove la sua ex lavora. Vuole che torni da lui ma lei si oppone, non vuole. L’uomo non si arrende, estrae un coltello e la minaccia. La strattona più volte e alla fine la colpisce con una testata al volto per poi fuggire. I Carabinieri – allertati dal 112 – si mettono alla ricerca del 34enne e lo trovano poco dopo in una strada vicino al luogo dell’aggressione. Fermato, viene perquisito e nelle sue tasche c’è un taglierino. L’arma – quella probabilmente utilizzata – viene sequestrata mentre la vittima è stata soccorsa dal personale sanitario dell’ospedale Pellegrini dove è stata riscontrata affetta da politrauma, per lei 5 giorni di prognosi. L’arrestato che ha colpito la sua ex con una testata è nel carcere di Poggioreale in attesa di giudizio.

Controlli dei carabinieri a Giugliano

I carabinieri della stazione di Pozzuoli hanno denunciato un 30enne di Giugliano per introduzione nello stato di prodotti con segni falsi. Durante una perquisizione domiciliare i militari hanno rinvenuto 4 stecche di sigarette di contrabbando. Sui pacchetti i codici identificativi erano stati contraffatti. In casa anche una stecchetta di hashish che gli è costata una segnalazione alla Prefettura.

In una casa diroccata non distante i carabinieri hanno rinvenuto 148 dosi di cocaina, una pistola cal. 7.65 con matricola abrasa e un caricatore con 5 proiettili. E ancora una Bruni cal. 8 con matricola abrasa, modificata per ospitare un silenziatore. Anche quest’ultimo nel bilancio dei sequestri, insieme a un fucile a doppia canna mozzata cal. 12 e 12 cartucce. Il materiale rinvenuto è stato sequestrato a carico di ignoti e sarà sottoposto ad accertamenti balistici e dattiloscopici per accertare se sia stato utilizzato in fatti di sangue o intimidazione.


Potrebbe anche interessarti