Da Napoli l’appello ad Amadeus: “A Sanremo un premio alla carriera a Peppino Di Capri”

Peppino Di Capri
Peppino Di Capri. Foto: pagina Facebook

Da Napoli l’appello ad Amadeus: un premio alla carriera per Peppino Di Capri al Festival di Sanremo 2023. Il cantautore napoletano vanta infatti 15 partecipazioni a Sanremo, di cui ne ha vinte due, mentre ricorre anche il cinquantesimo anniversario di Un grande amore e niente più e di Champagne.

Un premio alla carriera per Peppino Di Capri: l’appello ad Amadeus

La proposta giunge dal giornalista musicale Michelangelo Iossa e Radio Punto Nuovo. Intervistato in diretta da Simonetta de Chiara Ruffo ha spiegato: “Peppino vanta una delle più lunghe e amate carriere dell’intera storia del pop italiano. Ha esordito nei tardi anni Cinquanta, mentre Modugno trionfava a Sanremo con le sue “Nel Blu dipinto di Blu (Volare)” e “Piove (Ciao Ciao Bambina)”, ed è stato un autentico innovatore perché ha saputo interpretare il ruolo di ‘ponte di dialogo’ tra la grande melodia napoletana e il nascente rock’n’roll, destando non poco clamore tra i puristi all’epoca del suo esordio”.

La carriera di Peppino Di Capri

Michele Iossa ricorda alcuni dei passaggi più importanti della carriera di Peppino Di Capri: oltre a essere stato supporter ufficiale dei Beatles nel 1965, vanta una serie di record legati al mito-Sanremo: è tra i pochissimi ad aver raggiunto il numero più alto di partecipazioni, ben quindici, come Toto Cutugno, Al Bano e Milva. Peppino ha, dalla sua parte, ben due vittorie al Festival negli anni Settanta, la prima delle quali risale al 1973, quella “Un grande amore e niente più” firmata anche dal Califfo, Franco Califano. Un classico della canzone italiana e del Festival di Sanremo, che proprio nel 2023 compirà i suoi primi cinquant’anni di vita. Il 1973 segnerà anche il cinquantesimo anniversario di un’altra canzone-simbolo di Peppino: “Champagne”.

Scritta da Mimmo Di Francia, Depsa e Sergio Iodice con lo stesso Peppino per la Canzonissima 1973/1974, “Champagne” è stata reinterpretata da Andrea Bocelli e Roberto Carlos – solo per citare due interpreti di caratura internazionale – ed è ancora oggi una delle 10 canzoni italiane più eseguite al mondo.


Potrebbe anche interessarti