Il 2016 è stato un anno record per la Reggia di Caserta: 681.021 visitatori

reggia

Quello appena trascorso è stato un anno indubbiamente positivo per la Reggia di Caserta: 681.021 visitatori registrati al 31 dicembre con un più 37 per cento; oltre 4 milioni di incassi con un più 50 per cento rispetto al 2015. Numeri incontrovertibili che dimostrano la netta ripresa del monumento vanvitelliano nel gradimento dei turisti, alla base del trend positivo c’è sicuramente l’efficiente gestione del direttore Felicori ma anche le tante iniziative che hanno visto protagonista il Palazzo Reale come i Percorsi di Luce, le visite guidate e le sinergie poste in essere con altre realtà, turistiche e manifatturiere, che stanno sdoganando il “brand” Reggia.

Un’altra chiave di lettura dei numeri positivi di visite alla Reggia di Caserta è stato senza dubbio il boom di turisti che hanno contraddistinto il 2016 della Campania e del suo capoluogo in particolare, d’altra parte la Reggia dista poco meno di 30 minuti da Napoli ed è facilmente raggiungibile anche con i mezzi pubblici. Sono ancora lontani i numeri di ingressi degli anni 80′ e 90′ ma la ripresa non sembra più una chimera anche se i problemi non sono del tutto risolti, in primis la manutenzione del verde dell’immenso parco della Reggia.

Un altro fattore di crescita per la Reggia di Caserta è rappresentato dall’accrescimento della voce turismo per la provincia di Caserta, che al momento resta relegato a mero spot di ogni campagna elettorale, difatti, al di là delle grandi potenzialità del casertano, il turismo rappresenta ancora una voce minore per lo più composta da una tipologia di turismo mordi e fuggi.

I margini di crescita ci sono tutti e proprio intorno alla Reggia si sta cercando di creare un polo ( Real setificio di San Leucio, acquedotto Vanvitelliano e Casertavecchia) che possa essere recettore di un numero sempre crescente di visitatori. Il 2017 in questo senso sarà un anno chiave.

Segui la pagina Facebook della Reggia di Caserta per tutte le iniziative

Potrebbe anche interessarti