A Piazza Mercato le saracinesche dell’arte con le poesie di scrittori napoletani

Ieri, 9 giugno, è stato giorno speciale per Piazza Mercato. Teatro della rivolta di Masaniello e simbolo delle mani sulla città, è uno dei luoghi tanto belli e importanti quanto degradati e abbandonati di Napoli. Interessata da lavori Unesco, questi sono bloccati dallo scorso mese di dicembre ed è un colpo al cuore guardare i mucchi di basoli vesuviani mischiati con erbacce, plastica e rifiuti di ogni genere.

È stato un giorno speciale, dicevamo, perché finalmente qualcuno ha messo la piazza al centro di un’iniziativa volta a riportare l’attenzione sulla situazione drammatica di cui è triste protagonista, insieme agli abitanti e ai commercianti sempre più relegati nel dimenticatoio.

L’associazione culturale no profit Poesie metropolitane ha presentato SegninVersi: attacco d’arte poetico, una manifestazione con lo scopo di riportare colore, oltre che attenzione, a Piazza Mercato. A collaborare alcune delle più importanti realtà che operano sul territorio napoletano, quali Retake Napoli, Sii Turista della tua Città, NAcosa (un progetto di arte contemporanea), ArteRunning, Fondali Campania e Napoli2035.

Dalle ore 10:00 della mattina è partito l’attacco d’arte poetico: Poesie Metropolitane e NAcosa hanno dipinto le saracinesche della piazza con componimenti poetici inediti selezionati, in precedenza, tramite un contest lanciato sui social. Tema dei disegni e delle poesie è il Diritto alla Felicità.

Foto: Francesco Pipitone

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più